Crea sito

Archive for Squali nel mondo

Atlantic guitarfish, Lentiginosus Rhinobatos

Tassonomia

Regno Phylum Classe Ordine Famiglia
ANIMALIA Chordata Chondrichthyes Rajiformes Rhinobatidae

 

Nome scientifico: Rhinobatos lentiginosus
Specie Authority: Garman, 1880
Nome comune / s:

Inglese Guitarfish lentigginosa, guitarfish Atlantic

Informazioni

» Read more..

Squalo nutrice ,Ginglymostoma cirratum

Squalo nutrice ,Ginglymostoma cirratum

Squalo nutrice ,Ginglymostoma cirratum

Squalo nutrice ,Ginglymostoma cirratum

Il Ginglymostoma cirratum fa parte della famiglia degli Squali nutrice, ed è l’unico membro del suo genere (Ginglymostoma). Può raggiungere i 4,3 metri di lunghezza.

Il nome nurse shark sembra sia derivato dal vocabolo nusse, nome che un tempo veniva utilizzato per indicare lo squalo gatto. Il nome della famiglia, Ginglymostomatidae, deriva dal greco γίγγλυμος (cerniera) e στῶμα (bocca).

Lo squalo nutrice possiede una pelle molto dura e un paio di barbigli sotto la bocca, che gli consentono di trovare gli invertebrati di cui si nutre. La piccola bocca e l’ampia faringe costituiscono un potente mezzo di risucchio che permette a » Read more..

Lo squalo tissitore, Carcharhinus brevipinna

Lo squalo tissitore (Carcharhinus brevipinna Müller & Henle, 1839) è una specie di squalo del genere Carcharhinus e della famiglia Carcharhinidae. Se ne trovano nelle acque tropicali e temperate calde di tutto il globo, fatta eccezione per la parte orientale dell’Oceano Pacifico. Abitano sia acque sotto costa che al largo, sino a profondità di 100 metri, anche se preferiscono fondali poco profondi. Si potrebbe definire una versione più grande dello squalo orlato (Carcharhinus limbatus) per via del corpo snello del muso allungato e delle pinne segnate da macchie nere sulle punte. Lo distinguiamo tuttavia dallo squalo orlato per la prima pinna dorsale, dalla forma diversa e posta più indietro, ed anche per la punta nera della pinna anale (negli adulti). Al massimo questo squalo raggiunge lunghezze di circa 3 metri.

Si tratta di predatori rapidi e gregari, che si nutrono di » Read more..

Squalo capopiatto ,Hexanchus griseus,Notidano grigio,Squalus griseus

Squalo capopiatto ,Hexanchus griseus,Notidano grigio

Squalo capopiatto ,Hexanchus griseus,Notidano grigio,Squalus griseus

Squalo capopiatto ,Hexanchus griseus,Notidano grigio

Sixgill Shark – Squalo Sei Branchie

Conosciuto anche come: pesce vacca, squalo manzo 

Un pesce grande ed innocuo

 Aggiornamento del 24/04/2013: in fondo all’articolo notizia cattura di aprile 2013, sicuramente una della varie catture “accidentali”

Lo Squalo capopiatto (Hexanchus griseus Bonnaterre, 1788) appartiene al genere Hexanchus ed è il più grande squalo della famiglia Hexanchidae, in quanto può raggiungere i 5.4 metri.
Come già detto appartiene agli Hexanchidae. Molti dei membri di questa famiglia sono oggi estinti, mentre gli squali oggi esistenti più vicini geneticamente allo squalo capopiatto sono gli Scyliorhinidae, gli Squalidae, i Dalatiidae ed il Somniosus microcephalus, nonché le altre specie con 6 e 7 fessure branchiali. Si possono comunque trovare molte più specie somiglianti a questa tra i fossili che tra le specie viventi. Alcuni di queste specie estinte risalgono a 200milioni di anni fa, e l’Hexanchus griseus ha caratteristiche peculiari sia primitive che tipiche di squali più moderni.
Il colore del corpo varia dal rossastro al marrone fino al nero. Ha una linea » Read more..

Lo squalo coccodrillo ,Pseudocarcharias kamoharai

Lo squalo coccodrillo ,Pseudocarcharias kamoharai

Lo squalo coccodrillo ,Pseudocarcharias kamoharai

Lo squalo coccodrillo (Pseudocarcharias kamoharai) è l’unica specie conosciuta della famiglia degli Pseudocarcaridi. Si tratta di squali “rari”, dato che vivono in profondità sono poco osservabili e poco conosciuti
Lo squalo coccodrillo è diffuso soprattutto in tutto l’Oceano Pacifico, nell’Oceano Atlantico orientale e nell’Oceano Indiano nord-occidentale. Lo si trova quasi sempre al largo, lontano dalle coste, anche se qualche volta è stato avvistato vicino alla riva.
Questo piccolo squalo, poco conosciuto, ha la lunghezza media di 1,1 metro e un peso non ancora registrato. Presenta una forma cilindrica ed è una delle specie oceaniche. Questo squalo è chiamato anche “coccodrillo” poiché ha il muso pronunciato, con » Read more..

Lo squalo tappeto maculato, Orectolobus maculatus

Lo squalo tappeto maculato (Orectolobus maculatus Bonnaterre, 1788) è un Orectolobiformes, della famiglia degli Orectolobidae, che si trova lungo le coste del Giappone, della Cina meridionale e quelle dell’Australia fino a quelle del Queensland, nella regione compresa tra le latitudini 20° S e 40° S. Raggiunge una lunghezza massima di 3 metri. Questo squalo viene a volte chiamato squalo marmoreggiato.
La pinna caudale ha il lobo superiore molto rialzato rispetto all’asse del corpo, con i lobi terminale e subterminale piuttosto sviluppati, ma nessun lobo ventrale. La colorazione del dorso è scura, chiazzata da macchie più chiare in varie tonalità di marrone, ma è caratterizzato da macchie crema a forma di “O”. Il ventre è color » Read more..

Lo squalo bocca grande, Megachasma pelagios

Lo squalo bocca grande è un pesce cartiliagineo dell’ordine dei Lamniformi. Può raggiungere i 5 metri di lunghezza e la tonnellata di massa corporea.
L’accidentale cattura di un grande squalo nero dal corpo rigonfio, avvenuta nel 1976 al largo delle Hawaii, segnò un evento nello studio degli squali. L’animale era rimasto impigliato in una rete di profondità. Aveva il capo voluminoso, un’enorme bocca, larga circa un metro, e numerosi denti di piccole dimensioni. Tuttavia vi erano alcuni elementi che indicavano un’affinità con specie all’apparenza così ecologicamente lontane, come il pescecane e lo squalo mako. Fu creata una nuova famiglia con un solo genere e una sola specie, alla quale fu dato il nome di Megachasma pelagios, “enorme bocca delle acque pelagiche”.

Da allora ne sono stati rinvenuti solo altri nove esemplari. I primi sei erano tutti maschi adulti, ma successivamente sono state osservate due femmine, una di 3,6 m e l’altra di 5 m di lunghezza, e un piccolo maschio di 1,8 m.

Di questa specie sappiamo ancora molto poco, anche perché vive nelle acque pelagiche e spesso a grandi profondità. Sembra che si nutra di plancton, come lo squalo balena e lo squalo elefante. Nuota lentamente nel mare aperto filtrando dall’acqua gamberetti e altre prede di piccole dimensioni. Trascorre il giorno alimentandosi in profondità per risalire in superficie durante la notte. Il rivestimento argenteo all’interno della grande bocca ha probabilmente un potere riflettente: quando gamberetti e altri crostacei luminescenti entrano nella sua apertura cavernosa incoraggiano i loro simili a seguirli.

Lo squalo notturno , Carcharhinus signatus,night shark

Lo squalo notturno , Carcharhinus signatus,night shark

Lo squalo notturno, Carcharhinus signatus

Lo squalo notturno (Carcharhinus signatus Poey, 1868) è una specie di squalo del genere Carcharhinus e della famiglia Carcharhinidae che abita le acque tropicali e temperate dell’Oceano Atlantico, in particolare quelle sovrastanti le piattaforme continentali e gli zoccoli continentali ed a profondità comprese tra 50 e 600 metri. Si tratta di una specie che pratica migrazione verticale quotidiana, visto che trascorre le ore di luce in profondità e quelle di buio più vicino alla superficie. Al largo del Brasile nordorientale vasti gruppi di questi squali si riuniscono nei pressi di seamounts di varie altezze. Specie snella e dal corpo allungato, normalmente raggiunge i due metri di lunghezza. Può essere identificata per il muso lungo ed appuntito e gli occhi grandi e di colore verde (in vita) nonché per il dorso scuro che può essere grigio bluastro o marrone e per il ventre bianco.

Si tratta di squali notturni, di rapidi predatori che cacciano in » Read more..

Lo squalo volpe, Alopias vulpinus

Lo squalo volpe (Alopias vulpinus), lungo 5-6 m, è una delle tre specie del genere Alopias. È un grande squalo pelagico, presente anche nel Mar Mediterraneo, riconoscibile per la coda eccezionalmente lunga. Ha il muso breve e conico, grandi occhi in posizione molto avanzata sul capo e il corpo di forma affusolata. La prima pinna dorsale è molto più grande della seconda. Le ampie pettorali forniscono una notevole spinta verso l’alto durante il nuoto, tanto che questi pesci sono in grado di emergere dall’acqua per compiere spettacolari salti sopra la superficie.

Le mascelle sono relativamente piccole, provviste di denti piccoli ma » Read more..

Lo Squalo pigmeo, Squaliolus laticaudus

Lo Squalo pigmeo, (Squaliolus laticaudus Smith & Radcliffe, 1912), è uno squalo della famiglia dei Dalatiidae che vive praticamente su tutto il globo tra i 48° N ed i 40° S di latitudine, e tra i 200 ed i 1200 metri di profondità.
Lo Squalo pigmeo non supera lunghezze di circa 22 cm. La colorazione è scura, se si eccettua il bordo delle pinne che è più chiaro, di un colore luminoso. Questa specie di dimensioni ridotte, ha degli occhi molto grandi (il loro diametro rappresenta dal 73 all’86% della larghezza interorbitale). Essa rappresenta l’olotipo del suo genere, che ha le seguenti caratteristiche distintive: spina nella prima pinna dorsale, ma non nella seconda; base della seconda pinna dorsale lunga almeno il doppio di quella della » Read more..

Lo squalo bruno, Carcharhinus obscurus

Lo squalo bruno (Carcharhinus obscurus Lesueur, 1818) è una specie di squalo della famiglia Carcharhinidae e del genere Carcharhinus, che vive nelle acque tropicali e temperate calde di tutto il mondo. Un superpredatore generalista, che abita la zona dalla costa sino alla piattaforma continentale esterna e le acque pelagiche circostanti, ed è stata registrata sino a profondità di circa 400 metri. Le varie popolazioni di questa specie migrano stagionalmente verso i poli in estate e verso l’equatore in inverno. Riescono a nuotare per centinaia o addirittura migliaia di chilometri durante queste migrazioni. Essendo una delle specie più grandi del suo genere, raggiunge lunghezze di » Read more..

Lo squalo salmone, Lamna ditropis

Lo squalo salmone, Lamna ditropis, è uno squalo della famiglia Lamnidae distribuito nelle acque fredde dell’Oceano Pacifico settentrionale, dall’Alaska al Mare di Bering fino al Giappone. L’habitat è rappresentato dalle acque della zona pelagica, dalla superficie ai 200 metri di profondità.
Gli adulti possono raggiungere i 3 metri di lunghezza ed i 250kg di peso, nonostante siano stati pescati esemplari più grandi. Le dimensioni delle femmine sono generalmente maggiori rispetto a quelle dei maschi. La colorazione dorsale varia dal nero al grigio-bluastro, mentre il ventre è bianco. Attivo, veloce e aggressivo, lo squalo salmone è un predatore perfettamente adattato al proprio habitat grazie alla » Read more..

Lo squalo zebra, Stegostoma fasciatum

Lo squalo zebra (Stegostoma fasciatum Hermann, 1783) è un orectolobiformes piuttosto diffuso nelle acque costiere degli Oceani Indiano e Pacifico, riconoscibile per la pinna caudale molto lunga, che raggiunge all’incirca la lunghezza del resto del corpo. Si tratta dell’unica specie del genere Stegostoma e della famiglia Stegostomatidae.
Il nome squalo zebra è stato dato alla specie perché prima della maturità i membri presentano sul corpo strisce simili a quelle di una zebra. Al momento della maturità le strisce diventano puntini simili a quelli del ghepardo. Ci si riferisce tuttavia a quest’ » Read more..