Crea sito

Cephalorhynchus commersonii ,Cefalorinco di Commerson,Panda Dolphin

Cephalorhynchus commersonii ,Cefalorinco di Commerson,Panda Dolphin

Cephalorhynchus commersonii

Cephalorhynchus commersonii , Cefalorinco di Commerson, Panda Dolphin, Skunk Dolphin, Piebald Dolphin,Tonina overa, Toninas overas

Nome comune:

Inglese Dolphin Commerson, il Dolphin Piebald
Francese Dauphin De Commerson
Spagnolo Delfín De Commerson, Jacobita, Tunina Overa

(Articolo n. 23 nella categoria: cercare altri articoli simili in “Cerca nel Blog” opp. In  ”Naviga in Filmati di Mare )

Cephalorhynchus commersonii  è uno dei quattro delfini del genere Cephalorhynchus. (Gli altri tre trattati con altrettanti articoli)  La specie ha anche i nomi comuni Skunk Dolphin, Piebald Dolphin Panda Dolphin Il delfino è chiamato per Commerson Philibert , che per primo li ha descritti nel 1767, dopo averli avvistati nello Stretto di Magellano
Vive in due aree geograficamente distinte: la popolazione più numerosa si trova  intorno alla punta meridionale del Sudamerica intorno alla Terra del Fuoco,  all’interno di varie insenature in Argentina, nello stretto di Magellano e vicino alle isole Falkland;  la seconda popolazione (scoperta negli anni ’50) risiede vicino alle isole Kerguelen nella parte meridionale dell’oceano Indiano., 8000 km ad est dei loro cugini più prossimi.

Classificazione scientifica
Regno: Animalia
Phylum: Chordata
Classe: Mammalia
Sottoclasse: Eutheria
Ordine: Cetacea
Sottordine: Odontoceti
Famiglia: Delphinidae
Genere: Cephalorhynchus
Specie: C. commersonii
Binomio
Cephalorhynchus commersonii
Lacépède , 1804

Note Tassonomiche: Sono riconosciute due sottospecie: C. c. commersonii nel sud del Sud America e Cephalorhynchus commersonii kerguelenensis nelle isole Kerguelen (Robineau et al. 2007). La sottospecie Kerguelen è apparentemente fondata da pochi individui, come di recente a 10.000 anni fa.

Le due sottospecie disgiunti sono separati da 130° di longitudine e circa 8.500 km.

Cephalorhynchus commersonii kerguelenensis : trattasi della seconda sottospecie che abbiamo sopra citato, quella che vive alle isole Kerguelen (da notare la strettissima somiglianza)

Cephalorhynchus commersonii – Falkland Islands / Islas Malvinas e delle acque costiere del sud del Sud America. Sulla costa atlantica il limite settentrionale è a circa Península Valdés. La gamma si estende a sud nel Passaggio di Drake (61 ° 50’S) per quanto riguarda le isole Shetland del Sud, ben all’interno dell’areale del Cephalorhynchus eutropia,Cefalorinco eutropia (Rice 1998) (C. Eutropia è prevalentemente costiero e va raramente in acque profonde o lontano offshore). Delfini singoli e gruppi fino a centinaia sono stati avvistati alla fine del 1980 e all’inizio del 1990 lungo la costa settentrionale della Tierra del Fuego (Goodall 1994). Sebbene gli avvistamenti nelle parti settentrionali della gamma sono spesso di piccoli gruppi o individui solitari, numero complessivo e le dimensioni del gruppo aumentano a sud. Sulla costa occidentale del Sud America, ha confermato il record più settentrionale è un avvistamento di cinque esemplari al largo di Capo Valentin (53 ° 33’S, 79 ° 25 ‘O) (Sielfeld e Venegas 1978). Si sta studiando in Argentina la struttura genetica delle popolazioni.

I delfini delle Isole Kerguelen sottospecie sono più comunemente avvistati nel Golfe du Morbihan, sul versante orientale delle Kerguelen.

Recentemente, un avvistamento di un singolo individuo a sud di Città del Capo, in acque sudafricane, è stato segnalato, anche se questo dovrebbe essere considerato extralimital (de Bruyns et al. 2006). Ci sono anche segnalazioni non confermate di questa specie in Georgia del Sud, ma queste sono state respinte (Brown 1988).

Cephalorhynchus commersonii, Cefalorinco di Commerson, Panda Dolphin Tonina-overa

Habitat ed Ecologia:

I Cephalorhynchus commersonii si trovano nelle fredde acque costiere lungo le coste aperte, in fiordi protetti, baie, porti e foci dei fiumi, e, occasionalmente, nel corso inferiore dei fiumi. Il loro limite in mare aperto non è molto chiaro. Lungo l’Atlantico i delfini Commerson sono stati avvistati oltre 100 miglia in mare aperto e in acque più profonde di 1000 m (Pedraza 2008). All’interno della Stretto di Magellano, preferiscono le aree con forti correnti, come la Primera e Segunda Angostura (Prima e Seconda Narrows), dove la corrente può raggiungere o superare i 15 km / h (Goodall 1994). Fuori il Sud America, i Commerson sembrano preferire le zone dove la piattaforma continentale è ampia e piatta, l’ampiezza delle maree è grande, e le temperature sono influenzate dalle correnti fresche Malvinas. In costiera della Patagonia, si trovano principalmente in zone con deflusso continentale come alle foci dei fiumi Chubut e Santa Cruz e Puerto Deseado. Intorno alle isole Falklands / Malvinas e Kerguelen, così come fuori continente Argentina, sono stati spesso visti nuotare alle foci dei fiumi.  Cephalorhynchus commersonii a volte si muovono molto vicino alla riva, tuttavia sono stati osservati anche in acque più profonde di 50 m.

Descrizione:

Il cefalorinco di Commerson ha un aspetto molto caratteristico. Ha la testa, la pinna dorsale e la coda nere, con la gola e il corpo bianchi. La demarcazione tra i due colori è molto netta. Nella forma e nelle dimensioni la creatura è tarchiata e cresce fino a circa 1,5 m. Il suo aspetto ricorda quello di una focena, ma il suo comportamento è tipico di un delfino. La pinna dorsale ha la parte anteriore lunga e stretta che termina in una punta ricurva. La posteriore è normalmente concava, ma non falcata. La coda ha una tacca nel mezzo. Questo delfino non ha rostro.

Riproduzione:
Le femmine raggiungono l’età riproduttiva tra i sei e i nove anni.
I maschi raggiungono la maturità sessuale all’incirca nella stessa età. L’accoppiamento avviene in primavera ed estate e il parto avviene dopo un periodo di gestazione di 11 mesi. Il più vecchio cefalorinco di Commerson conosciuto morý a 18 anni.

Cephalorhynchus commersonii ,Cefalorinco di Commerson,Panda Dolphin

Comportamento:

Il cefalorinco di Commerson è molto attivo. + stato visto spesso nuotare rapidamente sulla superficie e saltare sull’acqua. Quando nuota può anche girare e roteare su se stesso e deve surfare sulle onde che si infrangono quando si trova molto vicino alla riva. Segue le scie e nuota dietro alle imbarcazioni veloci. Sappiamo anche che si diverte a nuotare capovolto. Preferiscono le acque basse.

Alimentazione:

Questo delfino si ciba di un miscuglio di pesci costieri e pelagici cefalopodi, crostacei e invertebrati bentonicie di calamari. Quelli della sottopopolazione sudamericana incrementano la loro dieta con crostacei.

diverse specie di pesci, cefalopodi, crostacei e invertebrati bentonici in letti a fuco, ma anche pesci pelagici nelle zone più aperte. Nelle isole Kerguelen, sembrano avere una dieta più ristretta, composta prevalentemente di pesce.

Cephalorhynchus commersonii ,Cefalorinco di Commerson,Panda Dolphin

Nota: La specie è elencata nell’appendice II della CITES. La IUCN classifica il cefalorinco di Commerson come una specie dai dati insufficienti nella sua Lista Rossa delle Specie Minacciate. Per la vicinanza del delfino alle coste le uccisioni accidentali nelle reti da pesca è abbastanza comune. Questi delfini vennero uccisi per usarli come esca per granchi dai pescatori argentini e cileni negli anni 70 e 80.

La popolazione globale è sconosciuta, ma si ritiene che la specie sia localmente comune. Una stima del 1984 ha stimato che nello stretto di Magellano ci siano 3400 esemplari.

Il delfino Commerson sembra essere la specie più abbondante del genere Cephalorhynchus  (Dawson 2002), anche se gran parte della sua gamma non è stata controllata e ci sono solo alcune stime di abbondanza.

Trend Popolazione:  Sconosciuto

Si pensa che l’abbondanza di questi delfini si è ridotta in alcune aree del sud del Cile dovuto ad uno svuotamento della popolazione o di spostamento degli animali verso est dello stretto di Magellano. In entrambi i casi, le cause potenziali includono mortalità in attrezzi da pesca e la caccia intensiva del passato. La pratica di utilizzare i delfini e altri mammiferi marini come esca (anche per la pesca del granchio reale – Vedi ns. articolo sul Cephalorhynchus eutropia,Cefalorinco eutropia,Chilean dolphins,Delfín Chileno ) è una delle cause della diminuzione degli esemplari.

Minacce:

Fino a poco tempo, varie specie di piccoli cetacei, soprattutto delfini e Commerson, sono stati arpionati e utilizzati come esca granchio reale nel sud (“centolla”) pesca sia in Argentina e Cile (Lescrauwaet e Gibbons 1994). Poiché il centolla è sovrasfruttato nella regione Magellano, lo sforzo di pesca si è spostato al falso granchio reale, che viene sfruttato principalmente più a ovest nei canali. I delfini Commerson non si trovano lì, ma sono relativamente abbondanti nella parte orientale dello Stretto. In Argentina, la pesca del granchio si effettua nel Canale di Beagle, dove ci sono relativamente pochi Commerson. Alcuni animali sono stati uccisi per sport (Reyes 1991) e altri sono stati catturati vivi per i delfinari (Goodall 1994). Si tratta della specie odontocete  più frequentemente  catturata nelle reti da pesca al largo del sud America del Sud, forse a causa della sua distribuzione costiera che si sovrappone con tramagli e artigianali della pesca reti da posta (ad es. Iñiguez et al. 2003). I Cephalorhynchus commersonii vengono uccisi almeno occasionalmente a mezz’acqua da reti da traino nella zona argentina (Crespo et al. 1997, 2000). Mortalità accidentale nelle reti da posta è stata calcolata come quasi 180 animali per la stagione di pesca 1999-2000 in una piccola area della provincia di Santa Cruz, sud dell’Argentina (Iñiguez et al.2003).L’industria dell’allevamento del salmone nel sud del Cile ha intenzione di espandersi nel sud-ovest Atlantico nel tentativo di soddisfare la crescente domanda di acciughe, sgombri e altre specie di pesci pelagici (Skewgar et al. 2007). Pesci pelagici vengono catturati da navi di grandi dimensioni che operano con reti da traino o ciancioli, e quei pesci vengono poi convertiti in farine per nutrire salmone. La crescente domanda mondiale di farina di pesce potrebbe portare alla dilatazione della pesca insostenibile delle acciughe, sulla costa della Patagonia. Mondialmente i prodotti dell’acquacoltura da utilizzati sono i feed fabbricati a partire da farina di pesce, che è aumentato del 50% tra il 1998 e il 2004, e probabilmente continuerà a crescere (Skewgar et al. 2007).


“Articolo a scopo didattico-istruttivo, divulgativo, informativo e ricreativo“

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.