Get a site

Cotylorhiza tuberculata ,medusa cassiopea,fried egg jellyfish

Cotylorhiza tuberculata ,medusa cassiopea,Fried egg jellyfish, Cassiopea mediterranea e la Cassiopea andromeda

Cotylorhiza tuberculata ,medusa cassiopea,Cassiopea mediterranea

Cotylorhiza tuberculata ,medusa cassiopea

Fried egg jellyfish,Cassiopea mediterranea

e la Cassiopea andromeda

(Articolo n. 9 nella categoria Meduse : cercare altri articoli in “Cerca nel Blog” opp. In  ”Naviga in Filmati di Mare )

Un interessante articolo sulla regina delle meduse in quanto desideriamo sfatare il mito della sua pericolosità. E’ praticamente innocua (lo si può vedere anche dal l’ultimo filmato qui inserito) è molto bella, la potete toccare tranquillamente e non uccidetela …. non è pericolosa. Vi riportiamo le parole di una nostra amica Rosangela Russo : “Amo in particolar modo la medusa Cassiopea, che prendo in mano e carezzo per far vedere a bimbi e anche ai ..più grandi, che sono innocue e vanno perciò lasciate in pace.” Che brava Rosangela, dà veramente un bellissimo esempio che le fa davvero onore. Il mare…ringrazia!                                                               *Ser*

 La Cassiopea mediterranea (Cotylorhiza tuberculata) è una scifomedusa della famiglia Cepheidae, comune nel mar Mediterraneo. È una specie pelagica, endemica .

Questa medusa ha la caratteristica di stare con l’ombrello rivolto verso il basso ed i tentacoli verso l’alto, posizione che mantiene anche nuotando, come mostra la foto di questo esemplare. E’ dotata di cellule urticanti (nematocisti) con cui paralizza le prede; non è assolutamente urticante, scarsamente irritante per l’uomo, solo i soggetti più sensibili possono incorrere in piccoli pizzichi a contatto con i tentacoli. A volte sta appoggiata su fondali sabbiosi, muovendosi ritmicamente per favorire il passaggio dell’acqua tra i corti tentacoli, favorendo la respirazione e l’alimentazione. E’ stata osservata spesso in simbiosi con granchi e un piccolo gamberetto

Sinonomi: Medusa tuberculata, Cassiopea borbonica, Cephea tuberculata, Cotylorhiza microtuberculata

medusa cassiopea, Cotylorhiza tuberculata, fried egg jellyfish Salina-Lipari 05-09-2013

medusa cassiopea, Cotylorhiza tuberculata, fried egg jellyfish Salina-Lipari 05-09-2013

La Cassiopea andromeda invece è urticante e  non si deve scambiare con la innocua Cassiopea Mediterranea: la Cotylorhiza.

Qualche breve informazione sulla Cassiopea andromeda

Cassiopea andromeda (Upside-down meduse) è un tipo di medusa che vive di solito sulla sabbia o fango, lagune poco profonde, ed intorno alle mangrovie. Questa medusa, molte volte è scambiata per un anemone di mare , di solito ha la sua bocca verso l’alto sul fondo. Quindi la sua caratteristica è di stare con l’ombrello rivolto verso il basso ed i corti tentacoli verso l’alto, posizione che mantiene anche nuotando. La sua campana, che è di colore giallo-marrone con striature e macchie che sono bianco o pallido, vibra per rendere il flusso dell’acqua attraverso i suoi tentacoli favorendo la respirazione e l’alimentazione. E’ dotata di cellule urticanti (nematocisti) con cui paralizza le prede. E’ stata osservata spesso in simbiosi con granchi e un piccolo gamberetto.

Come cnidarian, questa medusa ha una riproduzione asessuale e sessuale. Si riproduce per gemmazione quando si trova in forma di polipo. Quando è in forma di medusa, si riproduce sessualmente. La femmina della medusa produce le uova che tiene a se. Il maschio produce lo sperma che rilascia in acqua, la femmina utilizza i suoi tentacoli per portare lo sperma a fecondare le uova. Questa medusa misurare può avera una misura massima di 30,0 cm di larghezza.

Medusa cassiopea – Upside-down jellyfish. Cassiopeia andromeda da non confondere con la innocua Cotylorhiza tuberculata , medusa cassiopea, Cassiopea mediterranea

Descrizione

Cotylorhiza tuberculata ,medusa cassiopea raggiunge i 30 centimetri di diametro.
Presenta un caratteristico ombrello a forma di disco, a margine tipicamente frastagliato, di colore giallo o talvolta verdastro per la presenta di zooxantelle. Ha tentacoli corti e molto numerosi, terminanti con un bottone apicale di colore dal blu al viola.

LA REGINA DELLE MEDUSE
Non tanto per le dimenzioni, ma quanto per la spettacolarità dei suo colori. I tubercoli di colore intenso viola sono scarsamente irritanti per l’uomo (Solo i soggetti più sensibili possono incorrere in piccoli pizzichi a contatto con i tentacoli). La visione è entusiasta sia per la colorata trasparenza che per la delicatezza dei movimenti armonici……una spettacolare danza tutta da godersi!

Distribuzione

Si trova comunemente nel Mar Mediterraneo, Mar Egeo e Mar Adriatico

Cotylorhiza tuberculata ,medusa cassiopea,fried egg jellyfish Salina-Lipari (Sicilia) 05-09-2013

Cotylorhiza tuberculata ,medusa cassiopea,fried egg jellyfish
Salina-Lipari (Sicilia) 05-09-2013

Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Radiata
Phylum Cnidaria
Classe Scyphozoa
Sottoclasse Discomedusae
Ordine Rhizostomeae
Sottordine Kolpophorae
Famiglia Cepheidae
Genere Cotylorhiza
Specie C. tuberculata
Nomenclatura binomiale
Cotylorhiza tuberculata
(Macri, 1778)
 Biologia Cotylorhiza tuberculata ,medusa cassiopea

A dispetto delle sue grandi dimensioni, questa specie non è urticante. Solo i soggetti più sensibili possono incorrere in piccoli pizzichi a contatto con i tentacoli.

Tipica la presenza, in prossimità dei tentacoli, di piccoli avanotti delle specie Trachurus trachurus, Seriola dumerili, Caranx ronchus, Sarpa salpa, Boops boops

Cotylorhiza tuberculata ,medusa cassiopea,fried egg jellyfish Salina-Lipari (Sicilia) 05-09-2013-

Cotylorhiza tuberculata ,medusa cassiopea,fried egg jellyfish
Salina-Lipari (Sicilia) 05-09-2013-

Riproduzione

La riproduzione avviene in diversi modi, sia in maniera asessuata che sessuata, nonché alcune volte avviene anche per metamorfosi tra individuo genitore e individuo figlio.

Note

– Dato che negli ultimi anni, nei mari italiani, la presenza di questa particolare medusa è aumentata in maniera consistente, gli studiosi sottolineano l’importanza di non “togliere” questo esemplare dai mari, in quanto la Cassiopea Mediterranea, determina l’equilibrio dell’ecosistema del Mare nostrum. Sarà la corrente stessa a riportarla nelle profondità dei mari al momento opportuno.

– Nel Mediterraneo è verificabile soprattutto da ottobre a maggio

Un bel video del nostro amico Guido Picchetti, Famoso e bravo fotografo subacqueo e mio primo istruttore nel 1980   *Ser*

Guido commenta il suo video “Poco pericolosa per l’uomo, nelle sue migrazioni stagionali viaggia solitamente accompagnata da piccoli pesci che trovano rifugio tra i suoi tentacoli e in piccoli vani che si aprono sotto l’ombrello.”

Con questo video possiamo osservare la bambina che gioca con la medusa cassiopea che è innoqua

“Articolo a scopo didattico-istruttivo, divulgativo, informativo e ricreativo“


3 comments

  1. Emanuele ha detto:

    Ho notato sulla parte inferiore dell’ombrella, al centro dei tentacoli di una Cotylorhiza tubercolata , un ammasso di color arancione su qualche esemplare fotografato nello Ionio nell’estate 2008.
    Presumibile ammasso di uova?
    Sapreste dirmi di che cosa si tratta con certezza?

  2. Simone Cardullo ha detto:

    Sono in fase di pubblicazione di un mio saggio sula pesca del pesce pettine.
    Durante la stesura di un mio saggio sul pesce pettine faccio qualche accello alla Cotylorhiza tubercolata, immettendo
    una mia foto non proprio bella. Avendo visto alcune foto nel vostro sito, sareste così gentile da regalarmene qualcuna che pubblicherei volentieri (Segnalando chiaramente il dono ricevuto).
    Grazie per ogni sua decisionie.
    Simone Cardullo

    • Filmati di Mare ha detto:

      Si con piacere Puoi prendere le foto con la sola scritta *Filmati Di Mare* (mi sembra siano tre. Queste sono nostri scatti
      . Facci sapere Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.