Get a site

Dov’è Paul Watson ?

Paul Watson
Le CREDENZE dell’avvocato del capitano PAUL WATSON confermate : Lead Counsel del Giapponeè alla ricerca del modo di ESTRADARE WATSON.
Watson è venuto a conoscenza della richiesta di un’estradizione da parte dell’ambasciata giapponese che è stata presentata il 19 luglio per il Foreign Office FRIDAY HARBOR, Washington tedesco — 26 luglio 2012 — il governo giapponese è ancora fermo a nulla nel loro tentativo di porre fine agli sforzi di capitano Paul Watson di cessare la loro illegale attività di caccia alle balene. Consiglio tedesco per Watson — l’iconica conservationist marini, fondatore di Sea Shepherd Conservation Society e messa a fuoco della serie TV hit docu-reality “Whale Wars”, che lasciò laGermania dopo essere stato tenuto per 70 giorni in detenzione per l’estradizione in Costa Rica — ha confermato che l’ambasciata giapponese ha presentato una richiesta al Ministero degli esteri tedesco di estradare Watson in Giappone.
Germania stava per procedere all’estradizione di Watson in Costa Rica. La Sea Shepherd Conservation Society aveva preoccupazioni che la vita di Watson sarebbe in pericolo o egli avrebbe estradato in Giappone. Oggi, i sospetti sono stati confermati dal procuratore di Watson.
“Ho ricevuto la conferma oggi dalla Germania generale procuratore che Giappone ha presentato una richiesta di estradizione contro Paul Watson il 19 luglio,” ha detto Oliver Wallasch, lead Counsel tedesco del capitano Paul Watson. “La Germania stava per procedere all’estradizione di capitano Watson in Costa Rica e, una volta lì, non c’è dubbio egli avrebbe sono stato consegnato sotto la custodia giapponese, ha detto Susan Hartland, direttore amministrativo di Sea Shepherd. “Dopo essere stato estradato in Giappone, egli non avrebbe ricevuto un processo equo e mai avrebbe visto all’esterno di un carcere,” ha aggiunto.
Anche con una taglia si dice di almeno $25 K sulla sua testa di squalo-finners in Costa Rica, Watson si era preparato ad andare in Costa Rica di propria volontà (non tramite estradizione) e rispondere alle accuse di violazione del traffico navale che coinvolgono il cannone ad acqua utilizzo nel 2002. Tuttavia, è venuto a conoscenza che il suo arresto aveva catturato l’attenzione del Giappone che ha contattato il Ministero tedesco della giustizia per concludere un affare con loro. Questo accordo comporterebbe allla Germania non opporsi ad una richiesta formulata dal Giappone in Costa Rica a girare Watson in Giappone.
Il Giappone in passato tentò di arrestare capitano Watson attraverso un ‘avviso rosso’ Interpol, ma non gli fu concesso quell ‘avviso rosso’ perché l’Interpol non ha visto alcuna validità nella richiesta. In realtà, l’Interpol ha tenuto la stessa posizione con il Costa Rica; esso è stato respinto. Mentre la Germania ha arrestato capitano Watson 13 maggio nonostante il mandato politicamente motivato e deciso di intrattenere la richiesta di Costa Rica su base bilaterale, per conto di Costa Rica e in Giappone.
“Tentativi di broker del Giappone di offerte dietro le quinte con la Germania e Costa Rica insieme portano alla vertenza contro Sea Shepherd, negli Stati Uniti sono disperati tentativi di fermare il capitano Watson e non potranno mai contrastare il costante lavoro di Sea Shepherd per proteggere i nostri oceani, ha detto Hartland. “Operiamo sotto la carta mondiale delle Nazioni Unite per la natura a rispettare le leggi internazionali di conservazione e di intervenire direttamente contro le attività illegali in alto mare. Il Giappone è sotto la falsa impressione che, se riusciranno a mettere in carcere il capitano Watson, fermeranno le nostre campagne per proteggere la fauna selvatica di oceano. È tempo che Giappone si rende conto che niente ci fermerà dal proteggere le balene e altri animali marini per le future generazioni di tutto il mondo,”ha aggiunto.
Capitano Watson era stato arrestato in Germania per 70 giorni nonostante le migliaia di lettere di supporto inviata al Ministero della giustizia da parte del pubblico, celebrità, politici tedeschi e altri luminari per il suo rilascioo. Egli è stato arrestato in Germania per l’estradizione in Costa Rica per una presunta “violazione del traffico delle navi,” che si è verificato durante, nel 2002, le riprese del documentario premiato, “Sharkwater”. L’episodio specifico è avvenuto in alto mare nelle acque del Guatemala, quando Sea Shepherd ha rilevato un’operazione illegale delle pinne di squalo, gestita dalla nave del Costa Rica, il Varadero. Nell’autorità guatemalteche, Sea Shepherd ordinò all’equipaggio di Varadero a cessare la loro attività e la testa alla porta delle pinne di squalo di essere perseguito. Mentre scortava il Varadero alla porta, le tabelle sono state trasformate e una cannoniera del Guatemala è stata spedita per intercettare l’equipaggio di Sea Shepherd. Per evitare la cannoniera guatemalteca, Sea Shepherd poi salpò per la Costa Rica, dove l’equipaggio scoperto anche ulteriori attività illegali delle pinne di squalo in forma di pinne di squalo essiccata a migliaia sui tetti di edifici industriali.
“Articolo a scopo didattico-istruttivo, divulgativo, informativo e ricreativo“


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.