Get a site

H.L. Hunley e la moneta d’oro ,George E. Dixon

H.L. Hunley e la moneta d’oro ,George E. Dixon

H.L. Hunley e la moneta d'oro

H.L. Hunley e la moneta d’oro ,George E. Dixon

 

H.L. Hunley e la moneta d’oro

(17 nostri articoli per tutta la storia del sommergibile a manovella)

 10 di 17

1863: H.L.HUNLEY-Il primo sottomarino della storia, a Manovella

H.L. Hunley -La storia e la LEGGENDA DELLA MONETA D’ORO DI George E. Dixon
“The story of the H.L.UNLEY” La moneta d’oro: una Double Eagle del 1860 

UN PICCOLO RIASSUNTO, QUALCHE DETTAGLIO IN PIU’ ……….E LA STORIA-LEGGENDA DELLA MONETA D’ORO DI George E. Dixon (IL COMANDANTE)
H.L. Hunley (dal nome del suo costruttore, morto in un incidente durante il collaudo) era un sottomarino Confederato, che ha giocato una piccola parte nella Guerra Civile americana, ma una parte molto più importante nella storia della guerra navale. E’ stato infatti il primo sottomarino ad affondare in battaglia una nave nemica, la corazzata nordista USS Housatonic.
Era la notte del 17 febbraio 1864, ma l’equipaggio del sottomarino non potè gioire a lungo. Appena un’ora dopo la vittoriosa impresa, del Hunley si persero le tracce, e cosa sia davvero accaduto non è chiaro ancora oggi.
Una delle ipotesi è che il sottomarino, tornando alla base, sia andato involontariamente a sbattere contro la USS Canandaigua, che stava andando a soccorrere i superstiti della Housatonic, e sia poi affondato per i danni riportati nell’urto.
Un’altra possibilità è che uno dei siluri sia scoppiato accidentalmente durante l’attacco. Dopo aver colpito la corazzata nordista il sottomarino, ancora in emersione, si stava ritirando, e si era fermato a circa 100 piedi (31 metri) dalla corazzata nordista, lottando con le onde.
Dallo Housatonic ripresero a sparare, e un colpo potrebbe aver colpito accidentalmente il meccanismo di detonazione di un siluro, causando un’esplosione che ha provocato l’affondamento definitivo dello Housatonic e gravi danni allo stesso Hunley, che sarebbe affondato poco dopo, trascinando con sè tutto il suo equipaggio
Per il Hunley dovrà passare più di un secolo prima che il relitto venga individuato e recuperato. Le operazioni di ricerca e recupero sono state portate a termine, tra il 1996 e il 2001, dalla National Underwater Marine Agency (N.U.M.A.) la società di recuperi sottomarini fondata e diretta dal famoso scrittore Clive Cussler.
All’interno del sottomarino furono rinvenuti anche i corpi degli otto membri dell’equipaggio, e si cercò di dare un nome ad ognuno di essi. Fu un’identificazione lunga e difficile, facilitata però, nel caso del comandante della nave, da un oggetto particolare, trovato accanto a lui…un oggetto che riguarda da vicino questo articolo.
Si chiamava George E. Dixon, ed era nato forse nel 1837, in Kentucky o in South Carolina. Dei suoi primi anni si sa soltanto che era un ingegnere navale e veniva, probabilmente, da una famiglia agiata.
Nell’autunno del 1861 fu arruolato nel 21° reggimento di fanteria dell’Alabama, con il grado di sergente, e fu ben presto promosso a tenente.
Il 6 aprile del 1862 prese parte con il suo reggimento alla battaglia di Shiloh, Tennesse, il più sanguinoso massacro <_< della Guerra di Secessione, e rimase ferito ad una gamba….inizia qui la leggenda 🙂
La pallottola che lo colpì fece molto meno danno di quanto avrebbe potuto, perchè gran parte dell’impatto venne assorbito da una moneta che Dixon teneva in tasca. Una moneta d’oro che Dixon diceva di aver avuto in regalo dalla sua fidanzata, Queenie Bennett. Lei gli aveva chiesto di portarla sempre con sè come portafortuna, e come pegno del suo amore.
Dopo la battaglia, il 21° fanteria, che aveva perso 200 uomini su 650, venne riorganizzato e inviato a Mobile, Alabama, a difendere la città come artiglieri. E’ durante la sua permanenza a Mobile che Dixon iniziò ad interessarsi del sottomarino che Horace Lawson Hunley stava costruendo. E fu lui a comandarlo quel 17 febbraio 1864, nel suo primo e unico attacco alla Marina dell’Unione.

Questa volta purtroppo, la moneta portafortuna non gli bastò, e Dixon si inabissò insieme ai sette uomini del suo equipaggio 🙁 al largo di Charleston, South Carolina.
La leggenda di come quella moneta gli avesse salvato la vita a Shiloh aveva già iniziato a circolare, ed era ancora ben conosciuta quando, nel 2001, il recupero del relitto dell’Hunley consentì di verificarne l’autenticità.
Accanto a quello che si presumeva essere il corpo di Dixon venne ritrovata una Double Eagle del 1860, chiaramente deformata dall’impatto con una pallottola: sia la moneta che una ferita sul femore di Dixon recano tracce di piombo.
Sul rovescio della moneta sono incise queste parole:
Shiloh
April 6, 1862
My life Preserver
G. E. D.
Oggi, i resti del tenente Dixon e degli uomini del suo equipaggio sono sepolti nel Cimitero Magnolia, a Charleston.
La sua moneta, insieme ad altri reperti dell’Hunley, è conservata presso il Warren Lasch Conservation Center di Charleston, South Carolina.
FONTE lamoneta.it

LA STORIA-LEGGENDA DELLA MONETA D’ORO DI George E. Dixon (IL COMANDANTE)

 

 

“The story of the H.L.UNLEY” La moneta d’oro: una Double Eagle del 1860

“Articolo a scopo didattico-istruttivo, divulgativo, informativo e ricreativo“


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.