Crea sito

HOCKEY SUBACQUEO ,Storia e regole Hockey sub

HOCKEY SUBACQUEO ,Storia e regole Hockey sub

HOCKEY SUBACQUEO

HOCKEY SUBACQUEO ,Storia e regole Hockey sub

L’hockey subacqueo è uno sport di squadra che si pratica in apnea. È un gioco che necessita di buona acquaticità ed allenamento, con una dose notevole di tecnica.

Attrezzatura

L’attrezzatura è composta da pinne, maschera, boccaglio, calottina protettiva da pallanuoto, un guanto di gomma, una mazzetta di legno o altro materiale galleggiante di circa 30 cm di lunghezza e forma prestabilita (v. Regolamento CMAS-FIPSAS), un guanto di silicone o lattice che protegge la mano che impugna la mazza, un dischetto di metallo rivestito di plastica dal peso 1,3 kg, di forma simile a quello da hockey su ghiaccio.

Regole

L’hockey si pratica in piscina, la dimensione del campo quindi è quello delle normali piscine: 25m di lunghezza per 12-15 di larghezza, con una profondità compresa tra i 1,80 e i 3 metri circa. Le porte sono larghe 3 metri, adagiate sul fondo della piscina.

Le partite durano 30 minuti, divisi in 2 tempi da 15 minuti. Le squadre sono composte da 10 giocatori: 6 in acqua e 4 riserve, che sono posizionate in acqua ai lati del campo in una apposita zona; le sostituzioni sono volanti (come nell’hockey su ghiaccio), quando un giocatore entra nel pozzetto del cambio il sostituto può entrare in acqua.

L’obiettivo del gioco è quello di fare goal con il disco nella porta avversaria, esattamente come un qualsiasi altro sport di squadra, cercando di superare i giocatori avversari. Il gioco si fa in apnea, risalendo per respirare e reimmergendosi per poter partecipare al gioco.

HOCKEY SUBACQUEO

Arbitraggio

Gli arbitri sono 3: una capo arbitro è posizionato fuori dall’acqua ed ha un interruttore che azione una segnale sonoro, e altri 2 (nelle competizioni mondiali sono 3) sono in acqua. Quando un arbitro rileva una infrazione, viene segnalata al capo arbitro che interrompe il gioco.

In Italia

Le prime squadre di hockey sono nate a Bologna nel 1998, UISP-Assetto Variabile (poi divenuta Assetto Variabile HS) e Sub Nettuno . Successivamente il movimento cresce, e negli anni successivi si aggiungono Sub Bologna (realtà già nota nel pinnato), Hockey Subacqueo Ducale Parma, Roma con 3 squadre di cui una nasce al Racing Nuoto nel 1999 chiamata Romaquatik Sports dove Electtra Kalaugher, primo coach della nazionale azzurra, gioca come capitano e cosi creando un 2dno polo di promozione in Italia hockeysubroma, [D2Roma] d2roma,(UWHRC), Catania, Torino Ciriè, Avellino, H2BO Bologna, Cagliari, e Pescara, Genova, Firenze, Trieste nell’ultimo periodo.

Il campionato italiano 2007 è stato disputato a Cagliari ed è stato vinto dalla bolognese H2BO, davanti ai concittadini dell’Assetto Variabile e all’Hockey Ducale Parma.

Il campionato italiano 2008 è stato disputato a Avellino ed è stato vinto dalla bolognese Assetto Variabile, in finale sui concittadini di H2BO e all’Hockey Ducale Parma.

Il campionato italiano 2009 si è disputato su più giornate, l’ultima delle quali al Subacquatica 2009 (Lignano Sabbiadoro) dove l’H2BO ha conquistato il titolo battendo in finale l’Hockey Ducale Parma.

Il campionato italiano 2010, disputato in più date con finale a Lignano Sabbia d’oro ha visto trionfare l’H.S. Ducale di Parma che in finale contro l’H2BO vinceva con un 2 a 0. I marcatori sono: Bertoli Valentina e il capitano Varacca Alessio.

La Nazionale

La prima nazionale italiana maschile è stata selezionata nel 1998 ed ha partecipato ai Campionati Mondiali in U.S.A. Allenatrice era Electra Kalaugher, giocatrice Neozelandese.

La prima femminile ha partecipato nel 2001 ai Campionati Europei a Belgrado agli ordini di Fabrizio Fanti.

Gli ultimi campionati sono stati i Campionati del Mondo CMAS, organizzati a Kranj nel settembre del 2009. L’Italia maschile si è classificata al 7º posto.

Storia

L’hockey nasce in Inghilterra nel 1954, per poi svilupparsi in Australia, Sud Africa, Nuova Zelanda, e successivamente, negli anni ottanta e novanta, in Europa e nel continente americano. Soltanto nel 1997 viene introdotto in Italia. Attualmente fa parte della Federazione Italiana Pesca Sportiva ed Attività Subacquee, che include altri sport come apnea, nuoto pinnato e rugby subacqueo. A livello mondiale attualmente ci sono due federazioni distinte di hockey subacqueo: la Cmas (della quale fanno parte indicativamente tutti i paesi europei), e la neo nata Aquachallenge (che include i paesi rimanenti).

“Articolo a scopo didattico-istruttivo, divulgativo, informativo e ricreativo“


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.