Crea sito

Macrocheira kaempferi ,granchio gigante,granchio del Giappone

Macrocheira kaempferi ,granchio gigante,granchio del Giappone

Macrocheira kaempferi - granchio gigante

Macrocheira kaempferi – granchio gigante

Macrocheira kaempferi ,granchio gigante,granchio del Giappone

La muta del granchio Gigante

I crostacei sono protetti dai predatori da un duro esoscheletro. Ma, con la crescita, l’esoscheletro diventa troppo stretto. Per sbarazzarsene anche i crostacei sono soggetti alla muta per rinnovare il loro guscio.

Viene chiamato anche granchio preistorico, spider crab, granchio ragno giapponese, granchio gigante del Giappone

Descrizione

La sua forma ricorda quella di un ragno. Infatti viene chiamato anche  Spider Crab, tradotto ‘ragno granchio’

Granchio ragno giapponese, granchio gigante del Giappone

Granchio ragno giapponese, granchio gigante del Giappone

Possiede dieci lunghe zampe e due potenti chele.

Il corpo è ricoperto di escrescenze smussate mentre le zampe sono estremamente lunghe e sottili.  

I suoi occhi compositi sono situati sulla parte anteriore, e due aculei (spine) sporgono tra essi. Gli esemplari più giovani sono caratterizzati da peli e spine sul guscio, e i loro aculei frontali sono più lunghi, ma questi gradualmente si atrofizzano quando diventano più vecchi.

Distribuzione ed habitat

Macrocheira kaempferi predilige gli abissi dell’Oceano Pacifico di solito vivono a profondità tra i 50 e i 300 metri, ma possono verificarsi anche fino ad 800 metri di profondità al largo del Giappone.

Endemico per lo più dei mari circostanti il Giappone: vive soprattutto nei mari del Pacifico al largo delle isole giapponesi Konshu e Kyushu, dove molti esemplari sono stati catturati da pescatori locali negli ultimi decenni. Si trova anche presso la baia di Sagami, Suruga e Tosa e anche intorno alle isole Izu. Alcuni esemplari sono stati tuttavia ritrovati anche al largo di Taiwan. (Questo è probabilmente un evento di una volta; è possibile che un peschereccio o condizioni atmosferiche estreme possono aver portato alcuni individui molto più a sud rispetto la loro home range.)

Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Arthropoda
Subphylum Crustacea
Classe Malacostraca
Ordine Decapoda
Infraordine Brachyura
Superfamiglia Majoidea
Famiglia Majidae
Genere Macrocheira
Specie M. kaempferi
Nomenclatura binomiale
Macrocheira kaempferi
Temminck, 1836
Macrocheira kaempferi - granchio preistorico, spider crab, granchio ragno giapponese, granchio gigante del Giappone

Macrocheira kaempferi – granchio preistorico, spider crab, granchio ragno giapponese, granchio gigante del Giappone

Colorazione

Arancio, con macchie bianche sulle zampe

Dimensioni

Il granchio del Giappone, o Macrocheira kaempferi, è considerato il più grande artropode vivente.

L’apertura delle sue zampe supera i 3,5 metri, arrivando addirittura a 4 metri, tanto da rendere quasi impossibile il riuscire a tenerlo in mano.

Gli artigli possono estendersi per oltre 2,7 metri

La lunghezza del corpo è di 40 cm.

il suo peso può essere di 20 chili.

Macrocheira kaempferi - granchio gigante

Macrocheira kaempferi – granchio gigante

Biologia

Le aspettative di vita di questo granchio: arriva a vivere anche 100 anni (è una media)

E’ considerato un fossile vivente, è una specie di granchio molto antica sopravvissuta in milioni di anni. È l’unica specie vivente del genere Macrocheira; altre specie del genere sono state descritte solo come fossili.

I maschi sono sensibilmente più grandi delle femmine e dispongono di pinze più grandi. Il carapace tende a rimanere la stessa dimensione in tutta l’età adulta, ma le zampe, piedi e chele si allungano notevolmente con l’invecchiamento del granchio.

Comportamento

Ad aiutarlo nei movimenti e negli spostamenti sono le dieci lunghe zampe e due potenti chele.

Macrocheira kaempferi si muove lentamente sui fondali a meno che non sia a caccia di prede; in questo caso, grazie alle otto lunghe zampe, riesce a muoversi molto rapidamente per inseguirle.

Alla fine delle zampe i piedi della Macrocheira kaempferi sono semplicemente dattili interiormentecurve (la parte mobile sulla punta di una zampa, i piedi). Questi aiutano la creatura in arrampicata e all’aggancio sulla roccia, ma impediscono di prendere o afferrare oggetti. Nei maschi adulti le chele sono più lunghe di qualsiasi delle zampe, e le chele sono di pari dimensioni. Le femmine, invece, tendono a possedere chele  più corte delle zampe.

Le zampe sono spesso deboli. Uno studio ha riportato che a quasi tre quarti di questi granchi manca almeno un arto, il più delle volte uno delle prime zampe o piedi. Questo perché gli arti sono lunghi e mal giunti al corpo dell’animale e tendono a staccarsi a causa di predatori e reti. I granchi ragno di solito possono sopravvivere fino a 3 zampe  mancanti. Le zampe e piedi ricrescono durante le successive mute. (Enciclopedia Britannica Online, 2011; Okamoto, 2001; Parco, 1988; Sakai, 1965; Sakai, 2010; Wicksten, 1992)

Il processo di muta

Il granchio appartiene alla categoria dei crostacei. Questi animali si

Macrocheira kaempferi - granchio gigante del Giappone

Macrocheira kaempferi – granchio gigante del Giappone

difendono dai potenziali predatori a mezzo di un durissimo esoscheletro. Come già accennato, il problema per il granchio è che durante la sua crescita l’esoscheletro non si adatta al corpo, di conseguenza diventa stretto fino al punto in cui è costretto a sbarazzarsene, uscendo dalla corazza che fino a quel momento lo aveva protetto, in attesa che cresca un nuovo esoscheletro.

Il processo di muta comincia molte settimane prima del “cambio della corazza”, cioè quando i granchi producono una serie di enzimi atti alla separazione dal guscio. 24 ore prima di uscire dal guscio il granchio assorbe una grande quantità di acqua in modo da gonfiarsi, staccando una giuntura che attraversa il suo corpo e che lo collega con il guscio. Quando tale giuntura si spezza il granchio non deve far altro che scivolare uscendo fuori.

Questa operazione ha una durata compresa tra 10 e 20 minuti. Nel video che vi mostriamo in fondo all’articolo, il processo è stato velocizzato per farlo durare poco. Alla fine del video il granchio esce dal proprio esoscheletro esponendosi ai pericoli dati dalla vulnerabilità della sua seconda pelle che comunque ha una certa resistenza. In circa una settimana però riuscirà a ricostruire una corazza sufficientemente forte per proteggerlo dai predatori.

E’ calcolato che un esemplare nel corso della propria vita effettua oltre 20 mute.

Alimentazione

Onnivori mangiano quasi tutto quello che trovano, tra cui carogne, piante marine o altri animali marini come molluschi, calamari, spugne, pesci e contenuti di conchiglie, resti di vegetali ed animali.

Riproduzione

Depone le uova, in primavera, a circa 50 metri di profondità.

Minaccia per la specie

Il numero dei granchi è diminuito negli anni recenti, e sono in corso tentativi per la sua protezione. Pertanto questa specie è gravemente minacciata per via della pesca indiscriminata, la sua caccia è proibita severamente durante la primavera, il periodo in cui depone le uova.

Usi umani – pesca

Il granchio gigante giapponese viene catturato utilizzando piccole reti a strascico ed è spesso mangiato salato e stufato. Viene catturato per essere consumato come cibo ed è considerato una prelibatezza in molte zone del Giappone. Al largo delle isole giapponesi Konshu e Kyushu, molti esemplari sono stati catturati dai pescatori locali negli ultimi decenni.

Questi granchi sono anche usati per motivi di ricerca ed ornamentali.

Macrocheira kaempferi - granchio gigante del Giappone

Macrocheira kaempferi – granchio gigante del Giappone

Acquario

Soli nei grandi acquari pubblici, sono spettacolari.

Granchio gigante diventa la star dell’acquario: un esemplare trovato in Giappone, è stato portato all’acquario di Scheveningen, in Olanda, dove in breve tempo è diventato una vera e propria star. D’altro canto il super granchio vanta misure di tutto rispetto. Per il granchio, ribattezzato Alexander, i responsabili dell’acquario hanno dovuto preparare una speciale vasca. Un comune acquario, se pur grande, non sarebbe bastato.

Macrocheira kaempferi - acquario di Scheveningen

Macrocheira kaempferi – acquario di Scheveningen

Pericolosità per l’uomo

Macrocheira kaempferi ha un carattere mite ed è spesso allevato in acquario.

Nonostante vanti una brutta fama tra i pescatori giapponesi a causa dei gravi danni che può provocare con i suoi forti e lunghi artigli, il granchio gigante del Giappone non è un animale aggressivo e di solito non attacca se non è attaccato.

Macrocheira kaempferi - Granchio gigante del Giappone

Macrocheira kaempferi – Granchio gigante del Giappone

 

VIDEO

Il video è in time lapse (lasso di tempo), la muta del granchio gigante è un vero spettacolo della natura e mostra come i granchi effettuano il cambio della muta; al termine il crostaceo salta fuori dalla vecchia corazza, forse pochi l’hanno già vista. Spettacolare, certo, ma è una meraviglia della natura.

Il video ripercorre velocemente tutto il lasso di tempo (realmente dai 10 ai 20 minuti) in cui un granchio ragno gigante “cambia la sua pelle”.

Japanese spider crab – Macrocheira kaempferi from Peter Pfeiffer on Vimeo.

         Japanese Spider Crabs filmed at Osaka Aquarium

“Articolo a scopo didattico-istruttivo, divulgativo, informativo e ricreativo“

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.