Crea sito

Max Deep

Hoseless Draeger Tipo attrezzatura Diving DM40 adatto per profondità fino a 40 metri.

Poco dopo problemi iniziali come aria di alimentazione e abiti protettivi sono stati risolti, i subacquei ha iniziato a sperimentare alcune difficoltà fisiologiche dopo immersioni più in profondità e le esposizioni più lunghe. In realtà essi sofferto di:

  • malattia da decompressione
  • avvelenamento da ossigeno
  • narcosi di azoto

senza saperlo. Ciò ha causato terribili sofferenze e la morte nei primi giorni di immersioni. Per molti anni le cause e le cure per queste malattie erano sconosciute a causa di una generale mancanza di conoscenza nella scienza fisica.

Ecco alcuni nomi e le date di interesse:

  • Robert Boyle scopre la relazione tra pressione del gas e il volume nel 1662
  • Daniel Rutherford scopre il gas azoto e ossigeno nel 1772
  • Paul Bert studiato gli effetti di alte pressioni e basse sul corpo. Nel 1878 propone una procedura di decompressione controllata per evitare la formazione di bolle di gas nel sangue

Con questa conoscenza intorno al volgere del XX secolo, è stato personalizzato per abbassare e alzare subacquei molto lento: solo pochi minuti eacht piedi. Anche con queste precauzioni molti problemi volte si è verificato a maggiori profondità.

John Scott Haldane ha fatto un lavoro importante in questa materia. Ha scoperto che le pompe ad aria esistenti non erano molto adatto per profondità maggiori: a causa di cattiva ventilazione dei caschi biossido di carbonio si accumulano al loro interno causando problemi per il subacqueo. Ha inoltre sviluppato un “tappe di decompressione” in 1905 che è stata accettata dal Ammiragliato britannico. Haldane fu il padrino delle tabelle di decompressione che usiamo oggi.

Comprendere e controllare l’avvelenamento di ossigeno non è andata così veloce. Henry Fleuss ha inventato il primo rebreather di ossigeno nel 1876, ma non aveva la più pallida idea che il gas potrebbe essere molto pericoloso sotto pressione. Molti studi negli anni dopo che ha dimostrato che l’ossigeno potrebbe essere pericolosa sotto pressione. Nella Seconda Guerra Mondiale molte operazioni segrete militari sono state effettuate con rebreather a ossigeno.

Narcosi da azoto si è rivelata altrettanto difficile da curare. Ogni subacqueo è stato influenzato da esso in qualche misura. Per molti anni non soluzione adeguata al problema è stata trovata.
Nei primi anni del 1900, immersione con aria compressa è stata limitata a profondità inferiori a 300 piedi.

Air ricircolo caschi

Nel 1906 il signor Heinrich Draeger dalla Società DRAEGERWERK in collaborazione con il suo capo ingegnere Hermann Selzner annunciato il loro ultimo progetto, che era lo sviluppo di attrezzature subacquee, che potrebbe funzionare senza l’uso di una pompa. Il subacqueo avrebbe portato una bombola di aria compressa o ossigeno in una confezione sulla schiena. In quel periodo il professor Haldane era ugualmente lavorando sullo stesso argomento. Il principio delle attrezzature è di utilizzare un dispositivo di rigenerazione ossigeno che consenta al subacqueo di utilizzare le apparecchiature sott’acqua senza l’uso di un tubo collegato ad una pompa in superficie. E ‘stato davvero una prima forma di ARA (auto respiratore subacqueo). Il problema principale con aria di ricircolo è l’accumulo di anidride carbonica generata dalla l’aria espirata del subacqueo. Questo è stato quindi rimosso per ‘lavaggio’ l’aria in un filtro contenente potassio. Nel 1911 il primo apparecchio di rigenerazione d’aria veniva utilizzato con successo in camere riempite di fumo e la fabbrica Draegewerk poi rivolto la sua attenzione allo sviluppo di un sistema per uso subacqueo. Nel 1912, mentre le immersioni sotto il ghiaccio nel Mar Baltico una durata di quattro ore è stato raggiunto.

Entro la fine del 1912 il primo apparecchiature disponibili in commercio hoseless era disponibile e anche se inizialmente è stato visto con un certo scetticismo, a malincuore è stato realizzato l’utilità delle attrezzature. Inizialmente l’apparecchio era adatto per profondità fino a 25 metri. Oltre alla manovrabilità del subacqueo uno subacqueo dei vantaggi principali è il minor numero di offerte richiesti sulla superficie. Per gli apparecchi tubo convenzionale ci sono stati in genere 1 sub 2 segnalatori e 4 uomini pompa, mentre utilizzando l’attrezzatura hoseless c’era uno subacqueo e uno DCO.


Così come lo sviluppo apparecchiatura, la ricerca doveva essere fatto sugli effetti fisiologici ricircolo dell’aria espirata. Qui Hermann Seltzer e il professor Haldane è entrato in contatto tra loro e con RH Davis e Sir Leonard Hill di Siebe Gorman & Co grandi progressi nella comprensione della fisiologia del subacqueo sono stati raggiunti. Questo lavoro e lo sviluppo di apparecchiature rigenerativa chiuso portato allo sviluppo dell’apparato fuga sottomarino che è stato utilizzato da marine intorno al mondo.

Uno dei principali problemi fisiologici gli scienziati hanno dovuto superare è stata l’effetto di avvelenamento da ossigeno ad una profondità superiore a 20 metri e questo doveva essere al centro dell’attenzione per diversi anni.

La fabbrica Draegerwork prodotto 2 tipi di apparecchiature, i 20 DM per profondità fino a 20 metri che utilizzano ossigeno compresso per un massimo di 3 ore e il DM 40 per profondità fino a 40 metri utilizzando aria compressa e ossigeno compressa per 2-3 ore. I vantaggi sono stati riconosciuti nel tubo di attrezzature come segue. Non c’era alcun rischio che il tubo di diventare sporca e c’erano meno assistenti previste sulla superficie. I subacquei possono camminare e si manovra più facilmente sul fondo del mare ..

Il casco è fissato al pettorale utilizzando un bullone flangia 3 che è serrato insieme da viti a testa esagonale. Il casco è simile nel design al modello flessibile, tranne che ha due tubi più aderente al posteriore. Il casco hoseless può anche essere utilizzato come modello tubo.

C1 + 2 bombole in acciaio ad alta pressione per l’ossigeno o aria compressa.

C3 piccolo cilindro aria che funge anche da un peso seno.

U1 +2 +3 valvole di intercettazione per i cilindri.

S 1 trasporto Tubo aria espirata.

C 4 Tubo portando aria fresca.

P Canister contenente cloruro di potassio.

tubo di pressione bassa d.

e + f tubi di equalizzazione della pressione.

i iniettore.

Manometro m.

r Valvola riduttrice di pressione

Spiegazione del funzionamento dell’Apparato Hoseless.

Il Diver ora è isolato dalla superficie e deve essere autosufficiente con la sua alimentazione dell’aria. L’apparecchio deve svolgere 2 funzioni separate, uno che fornisce aria o ossigeno ad una pressione adeguata per sostenere la respirazione e il secondo per eliminare l’anidride carbonica espirata dal suo respiro esalato .. L’apparecchiatura è contenuta in un dispositivo zaino che viene così ponderazione per essere portatile sott’acqua. Il zaino è connesso al casco da un tubo porta S1 aria espirata e un tubo di trasporto di aria fresca S2 indietro al casco. L’aria espirata passa attraverso un filtro e questo purifica l’aria espirata di anidride carbonica. Tubo S2 porta l’aria purificata, che si arricchisce di nuovo ossigeno al casco. Questi 2 processi sono eseguiti automaticamente da una serie di valvole uno di un meccanismo di iniettore in zaino.

C’è poco da notare la differenza tra il DM 20 e DM 40 se riduttori di pressione sono differenti in quanto sono i contenuti e volume delle bombole contenenti 2 o aria o ossigeno. In profondità fino a 15 metri ossigeno puro può essere utilizzato comunque questa sia antieconomico e inutile così a basse profondità il subacqueo respira aria e mentre questo è più profondo viene arricchita di ossigeno che riduce l’effetto di azoto. L’apparecchio profonda immersione, il DM40 utilizza aria con una piccola percentuale supplementare di ossigeno che è regolato dal meccanismo di iniettore. La miscelazione dei 2 gas avviene automaticamente tramite il meccanismo iniettore in modo non c’è possibilità di errori dell’operatore fornire entrambi i cilindri vengono aperti intero all’inizio dell’immersione.

Gas Mista

Nel 1912, la US Navy ha iniziato una serie continua di programmi per espandere la tecnologia e le tecniche di immersione. Hanno sperimentato con miscele di gas differenti dall’aria. Nel 1924 un tuffo sperimentale è stato fatto a 150 piedi (circa 50 metri) con una miscela di elio e ossigeno. Sostituzione di elio per l’azoto nella miscela di respirazione produce due effetti principali su il sub sotto pressione:

  • elio provoca alcuna influenza narcotico
  • il tasso di assorbimento nel corpo è differente

Utilizzando una miscela di elio e ossigeno (chiamato Heliox) la profondità di lavoro non è più limitata. Heliox è ora utilizzato per profondità fino a 1500 metri e più! E ‘anche il gas più leggero secondo noto. Assorbimento e dissoluzione dai tessuti corporei è molto più rapido di quello di azoto. Tutto questo significa che un subacqueo può scendere più in profondità, rimanere lì più a lungo e avere una durata inferiore deco-stop sulla arrivo!

Tuttavia, c’è un problema con l’uso Heliox: All’aumentare della profondità, il pericolo di intossicazione dell’ossigeno sale meno che la quantità di ossigeno nella miscela di respirazione viene accuratamente controllata. Per questo motivo, l’elio e l’ossigeno vengono mescolati prima dell’immersione per quella specifica profondità. Abbiamo una quantità minima di ossigeno per ogni immersione per il subacqueo non morire, abbiamo anche un importo massimo per il subacqueo non morire di avvelenamento da ossigeno!

Questo tipo di immersione è chiamato mixed-gas diving.
Miscele di respirazione sono classificati come:

  • “Aria” (21% ossigeno, 78% di azoto e 1% altri gas) o
  • “Gas” (ossigeno puro, una miscela di ossigeno e azoto o elio)

La US Navy ha svolto un ruolo importante negli esperimenti Heliox: Negli Stati Uniti vi erano giacimenti di gas naturale di Elio. In Europa non ce n’erano. Pertanto la sperimentazione con il gas era molto costoso per gli europei. Praticamente tutti gli sforzi in questo campo andare negli Stati Uniti.

US Navy Deep Sea casco per subacquei

La US Navy ha sviluppato un Mark V ricircolo casco. Hanno cominciato modificando un Mark V mod 1 casco. Nelle foto qui sotto vedete uno di quei cappelli primi ricircolo. Si vede che è dotato di uno scarico di banana sulla parte superiore. Doveva essere spostato lì perché della bomboletta attaccata alla schiena. Alcuni subacquei sono morti con questo cappello: l’acqua fuoriuscita nello scarico delle banane (quando il subacqueo è capovolta per esempio) e ha raggiunto il natron estremamente pericoloso. Spiegherò più avanti.

Nel disegno finale l’estremità forata del scarico banane viene sostituito con una seconda valvola di controllo. Questa valvola sembra un po ‘come un cappello di paglia cinese, così è stato indicato come un modello Hat Cina. Il casco è stato chiamato Mark V mod 4. Un grosso contenitore era attaccato alla parte posteriore del cofano. Questo contenitore conteneva un biossido di carbonio assorbente. Gas viene fornito al subacqueo attraverso un tubo normale valvola di alimentazione subacquei. Tuttavia, la valvola di alimentazione principale viene mantenuta chiusa. Proprio al lato di esso è una valvola molto più piccolo chiamato “Hoke”. Esso è fissato su un lato del contenitore assorbente. Guardate la valvolina che vedete in ogni immagine qui sotto. Il gas passa dal Hoke di un ugello a getto che agisce come una pompa per far circolare il gas attraverso il filtro dove viene rimosso anidride carbonica. Il gas fresca entra il casco all’altra estremità per il subacqueo di respirare. Attraverso l’ugello un flusso costante di gas freschi ventila del casco. La valvola di scarico è normalmente mantenuto in prossimità riutilizzare ripetutamente il gas.

Dai un’occhiata alla terza foto, la vista posteriore:

  • il contenitore grande contiene l’assorbente. Sul lato destro si vede il Hoke
  • Sopra che da destra a sinistra si vede:
  • un collo d’oca per il gas-ingresso nel caso in cui Hoke non riesce o il subacqueo vuole / ha bisogno di gas extra in tuta e casco
  • il gas di scarico che viene portato alla sommità del casco (il cappello Cina)
  • un anello di metallo per sollevare il casco della testa subacquei (con un filo d’acciaio, per esempio)
  • il telefono entrata
  • l’ingresso per il sistema di riscaldamento intimo. La Marina ha sviluppato riscaldata elettricamente biancheria intima, perché
    elio prende brughiera dal corpo molto veloce

Il casco Mark V del mare profondo è stato il primo cappello heliox (per scopi militari) nel mondo.

Questo casco di immersione profonda DESCO mare ha subacquei ad una profondità fino a 800 piedi e molto altro ancora! La targhetta sul cappello recita “UNITED STATES NAVY DIVING HELMET MOD MARK V-1 SERIAL NO. 133 DATA DI MFG 04-47 DIVING EQUIPMENT SUPPLY CO INC” La parte inferiore della corazza è stampigliato “NEPTUNE DIVING ACADEMY, Bklyn NY 9-21-71 solo visualizzazione.”
Con la data del 04-47 questo deve essere uno dei primi cappelli! (O il cofano si trova su un convertito Mark V mod 1 corsaletto …)

Natron

Il canestro sulla parte posteriore è stato riempito con Shell Natron per fregare CO2. Questo è il motivo questi caschi non sono mai stati popolari tra i subacquei. Shell Natron è un derivato di Lye ed è estremamente tossico quando bagnato. Sarebbe masterizzare un subacqueo di morte se è di volume significativo. Questo volume potrebbe essere molto piccola. Questa è la ragione è stata presa come grande cura per assicurare che l’attrezzatura non ha avuto perdite. Ogni piccola perdita o umidità nel serbatoio potrebbe causare un tossico spry che entri nei polmoni subacquei e la morte era una cosa sicura. Per garantire un tuffo a secco in questo attrezzo è stato come le scommesse con il diavolo. Per fare di tutto per mantenere l’acqua il spitcock è stato rimosso e la valvola di scarico due valvole di non ritorno sono stati montati per tenere fuori l’acqua.

Un certo numero di subacquei della Marina ha perso la scommessa e morì a causa di ustioni chimiche. La Marina degli Stati Uniti è stato l’unico a utilizzare questo tipo di scrubber nei loro caschi. Tutti i cappelli di altri gas che sono state prodotte Sorb Soda utilizzata per sbarazzarsi di CO2 nell’aria espirata dal subacqueo. Grazie a John Durham per il suo aiuto a questa parte.

Kirby Commercial casco Helium

Nel 1963-1964 un subacqueo commerciale americano di nome Robert Kirby ha sviluppato una miscela di gas di ricircolo casco. È montato un contenitore assorbente e sistema della pompa venturi sulla parte posteriore del cofano. Questo è stato il primo casco commerciale gas misto nel mondo. Robert Kirby costituito una partnership con Bev Morgan nel 1965 e hanno chiamato i loro prodotti Kirby Morgan.

Yokohama Società per uso subacqueo

Qualcuno che ha comprato due dei loro cappelli volato uno sull’altro in Giappone dove è stato copiato da parte della Società Apparatus Yokohama Diving. Il capo della ditta non sapevo neanche ci fosse un originale americano!Quando Kirby Morgan e scoperto che la copia che avevano provato più e più volte. Hanno fatto un patto: Yokohama potrebbe fare e vendere il casco Kirby Morgan e lo commercializzare negli Stati Uniti. Dopo Il giapponese ha ripreso la produzione il casco è stato chiamato Type Helmet Yokohama Diving – OH. Ha usato Sorb Soda per sbarazzarsi di CO2 nell’aria espirata dal subacqueo.

Yokohama non è più in attività. Kirby Morgan è ora chiamato Diving International Industries.

Il casco Helium Yokohama ha quattro finestre in plexiglas, le viti Finestra frontale in per il comfort del subacqueo.
Nella parte posteriore del casco c’è un salvataggio primo stadio dal regolatore che è fatto da Scubapro.

Lindbergh-Hammer casco Helium ricircolo

Nel 1960 metà Jon Lindbergh il figlio del famoso aviatore Charles e il suo partner Mr Hammer ha progettato il casco Helium ricircolo fotografato qui. Essi si basano in Capinteria in California. Il casco è stato progettato incentrato sul cofano Toa con un volume di grandi dimensioni. Il progettato può essere basata sul casco Bob Kirby già in produzione. Le porte laterali sono stati modificati e uno scrubber contenitore contenente la CO 2 assorbente è stato aggiunto alla parte posteriore del casco. I Plexiglas anteriori non è rimovibile. Sistemi di comunicazione è stato aggiunto alla parte posteriore del casco. La valvola di controllo del gas sembra essere derivato da una torcia di saldatura Victor. I costruttori Lindbergh-Hammer si credeva un tempo di aver costruito le unità di depurazione per la Società DESCO. A un certo punto DESCO prodotto uno di questi caschi da una calotta del casco Sponge. C’erano solo alcuni di questi finora si conoscono solo cinque di loro.

Crede di essere il primo dei caschi prodotto questo porta il numero di serie 101.
Ci sono diversi numeri riportati sulla blocco ingresso dell’aria che indica il numero di serie 1.

Un vicino di vista della corazza mostra il numero di serie e la posizione di ciò che pensiamo è stata la targhetta con il nome TOA che è stato rimosso, i rivetti essendo stato saldato a chiudere i fori. Una vista interna mostra la posizione bomboletta nella parte posteriore del casco.

Qui abbiamo il casco 105 recante il numero di serie che si conclude è il numero seriale 5.
Questo ha il regalo originale stagnatura. Ancora una volta possiamo vedere la prova di una targhetta con il nome una volta di essere presente.


Jon Lindbergh e Robert Stenuit rivivere la scena come hanno lasciato la camera di decompressione oggi 6 luglio 1964.
I giovani subacquei ha fatto la storia da vivere e lavorare per due giorni e due notti 430 piedi (132 metri) verso il basso sul fondo dell’oceano.
Sul fondo hanno respirato un gas composto da 97% di elio e solo il 3% di ossigeno. L’esperimento ha dimostrato che gli uomini possono vivere e
operare a grandi profondità per lunghi periodi. La camera di decompressione è sul ponte della nave da ricerca, Sea Diver.

DESCO Commercial casco Helium

A DESCO Commercial 3 casco leggero dell’elio. Potete vedere la bomboletta CO2 lavaggio sul retro. 

 

Stan Eike

Dopo WW II subacquei avuto un sacco di problemi a trovare un cappello di gas misto. Erano o troppo costosi o semplicemente non disponibili. Una soluzione al problema è quello di farselo da soli. Qui sotto potete vedere una foto brutta di un cappello unico fatto da Stan Eike di Seattle, Washington intorno al 1965. Ha combinato caratteristiche essenziali del V Mark elio cappello e il cofano McCray piccola. Il casco può essere facilmente adattato per l’uso con aria pure.

Russo 3 bulloni Elio Caschi

I russi ha prodotto due tipi di caschi elio. WKS-57 e GKS-3M.

GKS-3M

Fino a 60 m questo apparecchio viene utilizzato con aria compressa
Fino a 160 m è utilizzato con aria / elio miscela compressa
Più di 160 m è utilizzato con un elio / miscela di ossigenoIl casco ha un grande anello collo in cui è montato il sistema dell’iniettore. Il subacqueo porta un contenitore di metallo sulla schiena che tiene NatriumHydroxid (Sodasorb) per pulire l’aria espirata dal CO2. Nella foto a destra potete vedere le due aperture per tubi flessibili per collegare il casco al canestro. Il subacqueo porta un gas-peso cassa che contiene due serbatoi 1 litro contenente una miscela elio / ossigeno che può essere usato in caso di emergenza. Il sistema di rigenerazione dura per circa 8 ore.

WKS-57

Le BKC-57 (stand BKC per WKS in inglese) è un casco iniezione di elio.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.