Get a site

H.L.HUNLEY LA MISSIONE STORICA 17/02/1864

H.L.HUNLEY LA MISSIONE STORICA 17/02/1864

H.L.HUNLEY LA MISSIONE STORICA 17/02/1864

H.L.HUNLEY LA MISSIONE STORICA 17/02/1864

1863: H.L.HUNLEY-Il primo sottomarino della storia, a Manove

(17 nostri articoli per tutta la storia del sommergibile a manovella)
6 di 17

Italiano/ English
17 Febbraio 1864,Il sommergibile confederato H. L. Hunley, al comando del tenente di vascello G. Dixon, attacca e affonda a Charleston la pirofregata unionista Housatonic. Dixon e i suoi uomini periscono nell’azione. E’ il primo successo di un battello subacqueo contro una unità di superficie.
LA MISSIONE STORICA Data: 17 febbraio 1864.

La posizione: Appena fuori Charleston Harbour circa quattro miglia al largo dell’isola di Sullivan con mare al chiaro di luna.

Condizioni: freddo. Tranquillo.
La situazione: disperata. Spaventosa. Un punto di svolta nella storia.

La nave: Dal punto panoramico a bordo della nave la più grande della Marina dell’Unione Improvvisamente si scorse qualcosa muoversi nelle acque fredde. Una focena? C’erano certamente un sacco di uomini lì intorno. Parlare di un’arma segreta confederata era fuori ogni pensiero.

Il segreto subacqueo: Mentre il freddo passava attraverso il cappotto degli uomini di allerta della nave bersaglio, 8 uomini sudavano sopra le manovelle a mano che alimentato un’elica di filatura, mentre il capitano controllava le ali d’immersione – sterzo, e con ansia e crudo coraggio ci si avvicinava alla destinazione finale.

L’allarme: L’allarme squillò. Questo è stato sicuramente: no focena. Né detriti galleggianti dalla guerra di Fort Sumter. Questo è qualcosa di bizzarro. Cannoni della nave non potevano mirare ad un oggetto così basso in acqua. Colpi e proiettili rimbalzarono ed altri marinai dell’Unione si unirono nel tiro frenetico di rivoltelle e fucili. L’oggetto continuò ad avvicinarsi a circa tre nodi.

Contatto: Sotto la linea di galleggiamento – con i proiettili che rimbalzavano il suo corpo cilindrico, l’H.L. Hunley speronò con la sua lunga trave di metallo nell’area di poppa, piantando un siluro 135 nella nave da guerra Housatonic. Gli uomini all’interno dell’ Hunley andarono in avanti all’impatto, poi rapidamente garantiti da loro sommergibile tirarono la corda di detonazione fuori allegata di 150 piedi. In pochi secondi, l’esposione.

Conseguenze: L’esplosione causò alla USS Housatonic di bruciare per tre minuti prima di affondare uccidendo cinque marinai. Il Hunley emerse quindi abbastanza a lungo ed il suo equipaggio segnalò ai loro compagni sulla riva dell’isola Sullivan con una luce blu di magnesio, che indicava una missione con successo. L’equipaggio a terra alimentarono i loro fuochi di segnalazione ed attesero con ansia il ritorno sicuro di Hunley. Ma dopo il suo risultato storico, il Hunley e gli uomini d’equipaggio scomparvero in mare senza lasciare traccia.

Quella notte la storia è stata fatta. Nello stesso momento, un mistero è nato. Il Hunley divenne il primo sottomarino mai ad affondare una nave nemica. Ma perché era improvvisamente scomparsa? Che cosa la fece affondare? E lei sarebbe mai stata trovata?

Fonte /infernobianco.maxiblog.it  e fonte : Friends of the Hunley.

English
THE HISTORIC MISSION The Date: February 17, 1864.The Location: Just outside Charleston Harbour approximately four miles off Breach Inlet in Sullivan’s Island on the moonlit sea.

The Conditions: Cold. Bone chilling. Quiet.

The Situation: Desperate. Frightening. A turning point in history.

The Ship: A lookout aboard the Union Navy’s largest ship was tired, cold — but restless. Talk of a Confederate secret weapon was in and out of his thoughts. Suddenly he spotted something move in the chilly waters. A porpoise? There were certainly a lot of them around. But something about this one didn’t seem right.
The Underwater Secret: While the cold bit through the lookout’s coat, 8 men poured sweat over hand cranks that powered a spinning propeller while their captain manned the dive planes – steering man, iron, anxiety and raw courage towards its final destination.

The Alarm: The alarm rang out. This was definitely no porpoise. Nor was it debris floating from a war-torn Fort Sumter. This was something bizarre. The ship’s cannons could not target an object so low in the water. Shots rang out and bullets ricocheted as other union sailors joined in the frantic firing of revolvers and rifles. The object continued to approach at about three knots.

Contact: Below the waterline – as bullets bounced off its cylindrical body, the H.L. Hunley rammed her long metal spar into the stern area, planting a 135 pound torpedo into the Warship Housatonic. The men inside the Hunley lunged forward from the impact, then quickly backed their sub out as the 150-foot attached detonation rope played out. Within seconds, the world rocked and every man, above and below, became enveloped in a concussion of destruction.

Aftermath: The explosion caused the USS Housatonic to burn for three minutes before sending the sloop-of-war collapsing to the bottom killing five sailors. The Hunley then surfaced long enough for her crew to signal their comrades on the shore of Sullivan’s Island with a blue magnesium light, indicating a successful mission. The shore crew stoked their signal fires and anxiously awaited the Hunley’s safe return. But minutes after her historic achievement, the Hunley and all hands onboard vanished into the sea without a trace.

That night history was made. At the same moment, a mystery was born. The Hunley became the first submarine ever to sink an enemy ship. But why had she suddenly disappeared? What caused her to sink? And would she ever be found?

Fonte /infernobianco.maxiblog.it e fonte : Friends of the Hunley

“Articolo a scopo didattico-istruttivo, divulgativo, informativo e ricreativo“


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.