Crea sito

Archive for Reportage: Massacri Creature Marine

Foche massacrate ,Benvenuti in Namibia

Foche massacrate ,Benvenuti in Namibia

 Foche in Namibia

Foche in Namibia – 1 luglio 2012: perchè è una data da ricordare? Perchè quel giorno avrà inizio la caccia ai cuccioli di foca in Namibia! Hatem Yavuz ha un contratto per l’acquisto di tutte le pelli derivanti da tale massacro fino al 2019. Gli “operai” che perpetrano tali atrocità riceveranno una paga di poco più di 30$ al giorno…lui rivenderà le sue pellicce a 30.000$ l’una…grazie anche a firme come Gucci, Cavalli, Prada ecc…..

Foche massacrate ,Benvenuti in Namibia

Benvenuto in Namibia dove si compiono stragi senza senso, contro la natura e le sue meravigliose creature!
Come ogni anno avrà inizio il massacro delle foche in Namibia, oltre 90.000 foche verranno brutalmente bastonate fino alla morte in quello che è la più grande mattanza di fauna marina sul pianeta. È anche considerata come il più brutale tra i massacri, e porta alla morte più foche di quanto non faccia la caccia canadese.

L’1 Luglio si aprirà in Namibia l’annuale carneficina di 85.000 piccoli e di più di 6.000 maschi. Per i seguenti 139 giorni, piccoli atterriti verranno radunati, separati dalle loro madri e colpiti violentemente fino alla morte. Piccoli, maschi e madri verranno circondati… uomini armati di mazze si inoltreranno nel gruppo e il » Read more..

Mare assassinato ,Massacri Creature Marine,Criminal of sea

Mare assassinato

Mare assassinato ,Reportage: Massacri Creature Marine Criminal of sea

Questo articolo è cronaca!

Con questo articolo non desideriamo convincere nessuno ……. solo portare alla ribalta fatti. Certamente i pensieri sono contrastanti riguardo ai contenuti di questo servizio e lo sappiamo bene. C’è chi massacra delfini balena globicefali perchè i giovani Danesi diciottenni sono divenuti “uomini” [Danimarca: isole Faroe] o altri delfini in Giappone o squali come i cinesi per una zuppetta di pinna, tra l’altro molto insulsa…. ci dicono, o piccoli di foche per le pellicce, tartarughe, balene. Ora c’è la moda di vendere souvenir con animali vivi(sigillati in una bustina con un liquido che li manterrà….diciamo in agonia per diverso tempo) a guisa di portachiavi. Poi abbiamo numerosi casi di persone che uccidono ogni animale per divertimento e diving che per far affari, pubblicizzano dovunque lo shark fishing con un » Read more..

L’insetto gioiello come souvenir

Quando pensi di averle viste tutte, ecco che spunta l’ insetto gioiello a farti capire che non c’è limite alla crudeltà umana.

Insetti vivi trasformati in veri e propri gioielli da indossare. Tutto questo accade in Messico, dove scarafaggi, coleotteri e altri piccoli insetti vengono ricoperti di pietre preziose. Le gemme vengono applicate sul dorso dell’animale per mezzo di una colla particolare e poi venduti in » Read more..

Tre squali nutrice arrivano al World Underwater Xiamen per l’allevamento di ricerca

Lavoratori che trasportano uno degli squali nutrice

Dopo più di 20 ore di viaggio irregolare, 3 squali nutrice sono arrivati ​​nel pomeriggio al Xiamen Underwater World, ha riferito Xiamen Daily.

Secondo il rapporto, gli squali nutrice, un maschio e due femmine, sono stati trasportati da una base di allevamento in Hainan in un camion container appositamente modificato per “appuntamenti al » Read more..

Cavallucci marini: pericolo di estinzione

In soli cinque anni alcune popolazioni di cavallucci marini si sono dimezzate. Le cause vanno ricercate principalmente nell’inquinamento marino. Lo sviluppo smodato di infrastrutture costiere ha provocato la contaminazione delle acque, riducendo fortemente le zone di caccia dei cavallucci marini.
All’inquinamento causato dal turismo, si aggiunge poi la pesca di questi animali a scopi terapeutici. E’ questo il caso della Cina, che pesca enormi quantità di questi animali, per usarli come cura. Secondo la medicina tradizionale cinese infatti gli estratti di cavalluccio marino sono dei veri e propri toccasana per combattere malattie come l’asma e l’impotenza  inoltre assieme ai loro parenti pesci ago e pegasidi, sono considerati un tonico dello Yang, con azione positiva contro l’invecchiamento delle ghiandole.

Si calcola che » Read more..

Squali in bottiglia in vendita

Squali in bottiglia in vendita

Squali in bottiglia in vendita

Squali in bottiglia in vendita

Passeggiare in un centro commerciale portuale non è sempre rilassante, ti può capitare di imbatterti in  uno spettacolo scioccante in un negozio di souvenir – squali in bottiglia in vendita. Undici cuccioli Spiny Dogfish erano racchiusi in vasi destinati ai turisti. “Sunsations USA” questo negozio ha filiali in altre zone che ho visitato ed in ciascuno si possono trovare un totale di 30 vasi supplementari di squali in bottiglia in vendita. Mettere in discussione un assistente di negozio, ho imparato gli » Read more..

GIOCHI DI GUERRA CONTRO I CETACEI

Greenpeace ha denunciato lo spiaggiamento di due cetacei, due rari esemplari di zifio, sulle coste vicino Siracusa, mentre è in corso un’esercitazione NATO con uso di apparecchiature sonar.
“Questo spiaggiamento”, afferma il velista Giovanni Soldini “non è una coincidenza. Anche se non ci sono prove certe, non sarebbe la prima volta che questi cetacei spiaggiano perché disturbati da sonar militari. I nostri mari sono già in un grave stato di degrado: è doveroso prendere ogni misura necessaria per evitare che le minacce aumentino”.
I due animali, due zifi di 6 e 8 metri, sono stati recuperati vivi e riportati al » Read more..

Chi ha ucciso i capidogli?

«I sette capodogli spiaggiati il 10 dicembre 2009 sulle spiagge del Gargano sono deceduti a causa di un’embolia gassosa a livello coronarico» rivela Vincenzo Olivieri, cetologo di professione e chiara fama. Altro che “soffocamento a causa dei sacchetti di plastica ingeriti”, come aveva repentinamente sostenuto a tavolino, senza uno straccio di prova e senza neanche un sopralluogo, Giuseppe Nascetti, laureato in scienze biologiche. Il pro rettore dell’università La Tuscia aveva dichiarato che «quattro capodogli sono deceduti per aver ingerito buste di plastica». L’esperto in questione ha mentito, poiché sono stati sottoposti ad autopsia soltanto due esemplari. Nascetti è lo stesso tecnico collaboratore dell’Enea alla Casaccia, uno dei più grandi depositi di rifiuti nucleari.
Perché depistare? “Si trattava di un » Read more..

I souvenir da evitare

Ciò che i turisti si portano a casa come ricordo delle vacanze rappresenta spesso una minaccia per le specie protette e un problema alla dogana.

Un cranio di alligatore imbalsamato è appoggiato su una pelliccia di scimmia. Dietro, sugli scaffali – accanto a poiane, sparvieri, morette tabaccate e francolini di monte impagliati – stanno allineati i gusci di diverse specie di tartarughe. Questi sono solo alcuni degli oggetti sequestrati di recente al confine svizzero e immagazzinati nelle cosiddette «sale della confisca» dell’Ufficio federale di veterinaria (UFV). In Svizzera non vengono introdotti solo animali imbalsamati, o parti di essi, ma anche animali » Read more..

Russia – Foche: un passo avanti e due indietro

Reportage – Denuncia:  STOP ai Massacri delle Creature Marine

Russia – Foche

I russi potrebbero presto trovato nei loro supermercati, carne di foca in scatola. Una misura per ridurre la proliferazione di coloro che mangiano troppi pesci, dicono gli esperti.

 Poco tempo, la Russia ha deciso di vietare il commercio di pelli provenienti dalla Groenlandia. Una misura che può convincere il Canada a mettere definitivamente fine a questa pratica e già da due anni la Russia aveva vietato la caccia di cuccioli di foca inferiori a un anno di età. Ma oggi, questa è un’altra iniziativa del paese.

Zinaida Ledeniova, l’istituto di ricerca Guiprorybflot, è specializzata nella pesca, ha annunciato che i russi potrebbero presto trovare nei loro supermercati conserve fatte con carne di foca. “Abbiamo sviluppato tecnologie per la produzione di carne in scatola, cuore e fegato di foche”, ha detto l’esperto.

L’obiettivo dell’operazione è quello di ridurre la popolazione di foche ed è esploso negli ultimi tempi. Questi animali sono grandi consumatori di pesce: “le foche mangiano più pesce di quello che gli uomini catturano nel settore della pesca”, ha detto la signora Ledeniova.
Da questo punto di vista, la vendita di carne di foca in scatola potrebbe quindi essere utile ed economicamente vantaggioso, secondo gli specialisti dell’istituto. Quest’ultimo ha già ottenuto un brevetto ed è in attesa di approvazione da parte dell’Agenzia federale russa per la pesca per intraprendere la fabbricazione e la commercializzazione di queste conserve.

Articolo correlato al nostro precedente: http://filmatidimare.altervista.org/russia-foche/
“Articolo a scopo didattico-istruttivo, divulgativo ed informativo“

Neurotossine in pinne di squalo collegate a malattie degenerative del cervello

Pinne di squalo ad asciugare al sole prima della trasformazione in Kaohsiung. Il trenta per cento delle specie di squali del mondo sono minacciate o in prossimità minacciate di estinzione. Photo Credit: Heinrichs Shawn per il Gruppo Ambiente Pew.

Neurotossine in pinne di squalo

Gli squali, che sono tra i più minacciati di specie marine, vengono uccisi principalmente per le loro pinne solo per alimentare la crescente domanda di zuppa di pinne di squalo, una prelibatezza asiatica. Ora, un nuovo studio condotto da scienziati dell’Università di Miami negli rivista Marine Drugs ha scoperto che le pinne di squalo contengono alte concentrazioni di BMAA, una neurotossina legata a malattie neurodegenerative negli esseri umani tra cui l’Alzheimer e il morbo di Lou Gehrig (SLA). Lo studio suggerisce che il » Read more..

Reportage–Denuncia: STOP ai Massacri delle Creature Marine; DANIMARCA: Faroe Islands (Articolo 3)

Globicefali

Reportage – Denuncia:  STOP ai Massacri delle Creature Marine

DANIMARCA:  (Art. 3)

15/02/2012

Nota: prima d’addentrarci in questo articolo, consiglierei la lettura della nostra beve “Introduzione-Premessa” al fine di avere le informazioni di base ed essere così pronti al meglio per i dettagli particoleggiati. Il Link: http://filmatidimare.altervista.org/reportage-denuncia-massacri-creature-marine/#more-2366

La “civile” Danimarca, membro della Comunità Europea, e le Isole Faroe:   Con i due precedenti articoli abbiamo descritto dapprima l’ambiente delle isole con qualche bella foto e qualche informazione, poi abbiamo descritto come avvengono questi massacri deprecabili e condannabili. Non abbiamo inserito nell’articolo 2 nè foto, nè filmati cruenti per dare la possibilità, anche alle persone particolarmente sensibili, d’informarsi senza il “pericolo” di vedere scene “dure”.                                                                 Concludiamo il reportage sulle Faroe Islands con questo ultimo articolo con il quale dobbiamo documentarvi con foto ed immagini quanto abbiamo descritto. Pertanto la scelta di vedere o non guardare è demandata ai singoli lettori.                                                                                Il Reportage-Denuncia sulle isole Danesi in effetti non è concluso: aspettiamo le nuove notizie per continuare l’informazione. Ci auguriamo che siano aggiornamenti siano solo buone notizie per gli amanti del mare, dei suoi abitanti e della natura.             *Ser* » Read more..

DANIMARCA: Faroe Islands (Articolo 2)

Reportage – Denuncia:  STOP ai Massacri delle Creature Marine

DANIMARCA (Art. 2)

13/02/2012

Nota: prima d’addentrarci in questo articolo, consiglierei la lettura della nostra beve “Introduzione-Premessa” al fine di avere le informazioni di base ed essere così pronti al meglio per i dettagli particoleggiati. Il Link: http://filmatidimare.altervista.org/reportage-denuncia-massacri-creature-marine/#more-2366

NOTA: quest’articolo è informativo e NON ha nessuna scena cruenta dal prossimo dovremo documentare con foto e filmati che non vorremmo che esistessero per l’inesistenza dei fatti  *Ser*

La “civile” Danimarca, membro della Comunità Europea, e le Isole Faroe: Con il precedente articolo abbiamo visto Il luogo le”Isole Faraoe”, dove si trovano, qualche ridente foto e qualche info. Ora vedremo quanto di più attinente al » Read more..