Crea sito

Archive for Nuova pirateria

PIRATI, QUADRUPLICATI GLI OSTAGGI IN DUE ANNI

Negli ultimi due anni il numero di ostaggi trattenuti da bande di pirati è quadruplicato. A sostenerlo è l’Actuarial Profession, una delle più rinomate organizzazioni di “risk assessment” del Regno Unito. Se si considerano le » Read more..

Pirateria Somala: troppe navi non rispettano la sicurazza

17 FEBBRAIO 2011
Troppe navi non fanno alcunché per prevenire gli attacchi dei pirati

Lo sottolinea l’International Maritime Organization, che sollecita il pieno rispetto delle misure deterrenti

Il mancato pieno rispetto delle misure per prevenire gli attacchi dei pirati previste dalle linee guida dell’International Maritime Organization (IMO) determina un aumento significativo del rischio che le navi siano assaltate dai pirati. Lo sottolinea l’IMO in una lettera inviata a tutti i membri dell’associazione, alle » Read more..

La Farnesina continua a monitorare la situazione

21/feb/2011
Italiani in mano ai Pirati Somali, ultimo contatto il 10 febbraio, la Farnesina continua a monitorare la situazione

Pirateria somala, quali intrighi internaziolali nasconde?
Intorno al fenomeno della pirateria marittima in Somalia ruotano forti interessi e intrighi internazionali. Un mare di dollari si riversa nel mare dei pirati. Soldi che fanno gola a tanti. Oltre a quelli dei riscatti pagati finora, per » Read more..

Primi contatti con il comandante

13 FEBBRAIO 2011

Un contatto radio è stato stabilito con il comandante della petroliera italiana “Savina Caylyn”, sequestrata tre giorni fa dai pirati in Oceano Indiano. Secondo quanto si è appreso, il comandante, Giuseppe Lavadera, avrebbe detto che l’equipaggio sta bene. A ridosso della petroliera, intanto, è ormai arrivata la nave della Marina militare italiana Zeffiro: per il momento, si limita a monitorare la situazione. Sulla vicenda viene mantenuto uno stretto riserbo e non si sa con chi il comandante della motonave abbia parlato: secondo quanto è stato possibile apprendere, tuttavia, avrebbe tranquillizzato sulle buone condizioni generali dell’equipaggio.

A bordo della petroliera ci sono » Read more..

Oman, sequestrata un’altra petroliera

13 FEBBRAIO 2011

Alcuni pirati armati hanno sequestrato oggi una petroliera battente bandiera greca Irene SL a largo delle coste dell’Oman, in una zona in cui operano le bande di pirati somali. Lo ha detto la società che gestisce la nave. La petroliera stava viaggiando dal » Read more..

IN COREA: SISTEMI ANTI-PIRATI GARA TRA I CANTIERI

L’escaltion di violenza sul fronte della pirateria sta portando i costruttori navali coreani a sviluppare nuovi sistemi di difesa già a bordo delle proprie navi. Ad esempio, i cantieri Hyundai Heavy Industries, hanno creato un sistamea di “citadel” o camere stagne per consentire ai marittimi di difendersi dai pirati.

Il sistema permette infatti agli equipaggi di » Read more..

La Corea del sud processa 5 pirati

Riscatti per 12 miliardi di dollari, 1.181 lavoratori marittimi sotto sequestro a bordo di 53 navi. La pirateria ai danni delle navi che incrociano al largo della costa è ormai la prima fonte di reddito della Somalia. Non c’è modo per f » Read more..

PIRATERIA: ARMATORI TEDESCHI: «SOLDATI SULLE NAVI»

Le compagnie marittime tedesche e il governo sono in trattative per l’impiego di personale militare o della polizia federale a bordo delle navi mercantili dirette nel Golfo di Aden, e bersaglio dei pirati. Solo lo scorso anno, secondo una » Read more..

Conferenza internazionale sulla pirateria marittima

Si è tenuta a Kuala Lumpur nei giorni 18 e 19 maggio,2009 una conferenza internazionale sui crimini e la pirateria marittima. Alla due giorni, hanno partecipato esperti ed ufficiali provenienti da oltre 40 paesi, tra cui la » Read more..

Pirati somali uccidono velisti americani

I quattro, presi in ostaggio, erano seguiti da un paio di giorni da una nave della marina militare americana

MILANO – Quattro cittadini americani rapiti da pirati somali al largo della Somalia sono stati uccisi. Lo ha reso noto la Cnn, che ha citato fonti del Pentagono. I quattro velisti a bordo dello yacht “Quest” erano seguiti da un paio di giorni da una nave della marina militare americana che, secondo una prima ricostruzione, è intervenuta dopo aver sentito degli spari a bordo. La Cnn ha riferito che nell’intervento sono morti anche alcuni dei rapitori, e che 15 pirati sono stati tratti in arresto.
LE VITTIME – Le vittime sono i proprietari dell’imbarcazione, i coniugi Jean e Scott Adam, che avevano cominciato un giro del mondo nel dicembre del 2004, e due amici invitati a bordo per la traversata, Phyllys Mackay e Rob Riggle. L’imbarcazione, la S/V Quest, era stata sequestrata a 240 miglia nautiche dalla costa dell’Oman e i pirati si erano diretti successivamente con i loro ostaggi verso la Somalia. (Fonte Ansa)

Somalia: il tesoro dei nuovi pirati

Un «fatturato» da 150 milioni e un esercito di 1.500 corsari. Attaccate 160 navi, un centinaio catturate

Che quella zona dell’oceano Indiano fosse infestata dai predoni del mare lo si sapeva da oltre duecento anni, tant’è che gli inglesi chiamarono quelli che ora sono gli Emirati Arabi Uniti, Costa dei Pirati. Che nel XXI secolo quelle acque diventassero pericolosissime e a forte rischio abbordaggio, pochi lo sospettavano. Negli ultimi ventiquattro mesi la pirateria nel golfo di Aden e nel tratto di oceano Indiano davanti alla Somalia è passato dallo stadio di impresa familiare a basso contenuto tecnologico a una vera industria sofisticata, efficiente e ad alto profitto.

Secondo un calcolo delle Nazioni Unite il » Read more..

I pirati somali catturano una super petroliera

novembre 17, 2008 di Joker

Nonostante lo sciame di navi da guerra provenienti dalle Marine di America ed Europa, i pirati somali sono riusciti in quella che fino a oggi è l’assalto più audace mai eseguito da questi criminali: la preda è la Sirius Star, super petroliera saudita tre volte più grande di una portaerei.
La nave contiene oltre due milioni di barili di petrolio, l’equivalente di un quarto della produzione giornaliera di petrolio dell’Arabia Saudita.
Il Vice Ammiraglio Bill Gortney ammette che i pirati somali stanno adattando e modificando le loro tattiche, anche se sottolinea che su 15 attacchi, 10 sono avvenuti fuori dal corridoio di sicurezza creato dalla Combined Maritime Forces, e che nessuna di queste navi aveva a bordo un team di sicurezza armato.

La Savina Ceylin

L’8 febbraio 2011 la petroliera italiana Savina Ceylin da 105.000 t è stata sequestrata da pirati somali 500 miglia al largo delle coste africane, a metà strada con la costa indiana
L’Operazione Ocean Shield è il contributo della NATO agli sforzi internazionali posti in essere per reprimere il fenomeno della pirateria al largo del Corno d’Africa, mediante la presenza dei gruppi navali SNMG1 SNMG2 che si alternano in Oceano Indiano dalla fine del 2008. La Marina Militare Italiana assicura la continua partecipazione di una propria unità navale allo SNMG2.

In seguito alle decisioni assunte dai Ministri della » Read more..