Crea sito

Archive for Scrittori/Filmaker

LUCIO DALLA: CANTORE DEL MARE

Lucio Dalla (Bologna, 4 marzo 1943Montreux, 1º marzo 2012) è stato un cantautore, attore e regista italiano.

Sul piano musicale è stato uno dei più affermati cantautori italiani, considerando la continuità della sua carriera che sfiora i 50 anni di attività artistica.

Musicista di formazione jazz, riscopertosi poi autore dei testi delle sue canzoni in una fase matura, ha suonato da clarinettista e sassofonista, e talvolta da tastierista.

La sua produzione musicale ha attraversato numerose fasi, dalla stagione beat alla sperimentazione ritmica e musicale, fino alla canzone d’autore, arrivando a varcare i confini della lirica e della melodia italiana.

La sua carriera attraversò quattro periodi: » Read more..

Gregory Colbert ,film-maker e fotografo

Gregory Colbert

Gregory Colbert (nato nel 1960 a Toronto ) è un  film-maker e fotografo canadese meglio conosciuto come il creatore di Ashes and Snow , una mostra di opere fotografiche e film ospitati nella Nomadic Museum.

La prima mostra di Colbert, Timewaves, aperta nel 1992 presso il Museo di Elysée in Svizzera, ebbe largo successo di critica. Per i successivi dieci anni, Colbert non esibì pubblicamente la sua arte o mostrò alcun film. Invece, ha viaggiato in luoghi come l’India e la Birmania e Sri Lanka , Egitto , Dominica , Etiopia , Kenya , Tonga , Namibia , e Antartide per filmare e fotografare le interazioni tra gli esseri umani e animali. Dal 1992, ha lanciato più di sessanta di tali spedizioni, e ha collaborato con oltre 130 specie animali: elefanti , le balene , i lamantini , le ibis sacri , le gru Antigone , le aquile reali e falchi Gyr , i buceri rinoceronti , i ghepardi , i leopardi , i licaoni , le Caracals , babbuini , eland , suricati , gibboni , orangutan e coccodrilli d’acqua salatasono tra gli animali ha filmato e fotografato. I soggetti umani sono monaci birmani, ballerini trance, persone SAN, e altre tribù indigene di tutto il mondo.

Nel 2002, Colbert ha presentato il suo lavoro, Ashes and Snow , a Venezia. Il 9 Aprile 2002 il  The Globe and Mail ha dichiarato: ” Colbert ha presentato Ashes and Snow , una mostra di immagini e fotografie senza precedenti sia in portata e dimensione. Coprende 12.600 metri quadrati, è annunciata come una delle più grandi one-man show della » Read more..

Lamberto Ferri Ricchi

Award 2011 HDSI Lamberto Ferri Ricchi XII Convegno Nazionale di HDS Italia La speleologia subacquea tra passato e presente Viareggio 11.06.2011

Lamberto Ferri Ricchi è nato a Roma nel 1941. Ad una specifica competenza geologica, si aggiunge una buona preparazione in campo storico, archeologico e naturalistico. E’ un esperto fotografo subacqueo, s’intende di meccanica, d’elettronica ed utilizza i più recenti mezzi informatici. Ha progettato, costruito e utilizzato, attrezzature ad alto contenuto tecnologico. Pratica l’attività subacquea dall’età di nove anni e quella speleologica dall’età di venti.

Ha ideato, diretto e portato a termine, importanti esplorazioni con finalità archeologiche e naturalistiche, nei luoghi più insoliti e difficili da penetrare quali grotte sommerse, antichi acquedotti, sorgenti termali, fiumi e laghi. Le sue indagini hanno fornito contributi scientifici del tutto originali ed affascinanti ed aperto nuove vie in vari settori della ricerca. Ha proposto una sua “teoria climatica”, destinata a sviluppare nuove interpretazioni storiche degli avvenimenti che accaddero in Italia durante gli ultimi millenni. Ha sviluppato vari ed originali progetti per rendere visitabili grotte e parchi sottomarini.

Pioniere della speleologia subacquea, ha esplorato l’intero ramo attivo delle grotte di Pastena, sbarrato da sette sifoni consecutivi, progettando e seguendo poi » Read more..

Albero Romeo

Alberto Romeo, nato a Palermo nel 1948, è medico e attualmente dirige il servizio di Medicina dello Sport della sua città.
Ha cominciato l’attività subacquea alla fine degli anni ’50 da giovanissimo autodidatta, praticando la caccia subacquea (come tutti a quei tempi).
Con i soldi raccolti con la pesca di un anno fortunato comprò la mitica Calypso-Phot del Comandante Cousteau, inizialmente per immortalare le sue prede, ma ben presto, resosi conto che fino a quel momento aveva amato il » Read more..

Abd Gabbar ibn Mohamed ibn Hamdis

Abd Gabbar ibn Mohamed ibn Hamdis
Siracusa, o Noto, 1056 circa – Maiorca, ramadan 1133
E’ il massimo esponente della poesia araba di Sicilia a cavallo tra l’XI e il XII secolo.

Di nobile famiglia della tribù di Azd, che prendea nome da un Hamdîs, capo himiarita ribellatosi (802) in Affrica contro Ibrahim-ibn-Aghlab. Cresciuto al romor delle armi normanne che già infestavano il Val di Noto, Ibn-Hamdîs, più che agli studii si diede a combattimenti, amori, festini, trincare; finché un successo sul quale ei tocca e passa, credo avventura amorosa in nobil casato, sforzollo a fuggire in Affrica il quattrocensettantuno (1078-79). Ma sdegnando i costumi delle tribù arabiche scatenate dall’Egitto su l’Affrica propria, allettato altresì dalla fama di Mo’tamid-ibn-Abbâd, andò a corte di Siviglia, ove fu accolto con onore e liberalità. In quel ritrovo dei primi poeti contemporanei d’Occidente rifulse il genio d’Ibn- Hamdîs; non si corruppe in corte l’animo franco, liberale, pien d’amore del padre, della Sicilia, degli amici, della gloria, delle donne; d’ogni bellezza di natura e d’arte. Seguì il principe nei campi, com’uomo d’arme ch’egli era ed anco ne facea troppa mostra nei versi. Alla battaglia di Talavera (1086) abbattuto dal » Read more..

Roberto Bubas

Roberto Bubas

Roberto Bubas è un uomo affabile di 37 anni che vive al sud dell’ Argentina e  che, nel suo tempo libero, gioca, nel mare, con le orche selvagge.

Questa guardia forestale dai modi tranquilli che vive a Puerto Madryn, nella provincia di Chubut, è riuscito che alcuni esemplari del più grande predatore del mare si avvicinino curiosi  alla sponda per poter le toccare.  Le immagini catturate da lui stesso con una telecamera fissa lo mostrano con l’ acqua all’a ltezza delle ginocchia, battendo con i » Read more..

Intervista a Ernest Hemingway (l’arte della narrazione)

Sono piacevoli le ore che trascorre scrivendo?

Sì, molto.

Potrebbe descriverci il modo in cui lavora? Quando comincia e se si attiene a orari precisi?

Quando lavoro a un libro a un racconto comincio a scrivere la mattina, alle prime luci dell’alba. Non c’è nessuno che mi disturbi e poi fa fresco, talvolta freddo, così mi riscaldo lavorando. Leggo quello che ho scritto il giorno prima e siccome m’interrompo sapendo sempre quello che verrà dopo, ricomincio da lì. Scrivo fino a quando arrivo a un punto in cui ho ancora qualcosa che preme per uscire e passare sul foglio, e so che cosa deve succedere, allora mi fermo e cerco di vivere fino al giorno successivo, quando sarà ora di rimettersi al lavoro. Diciamo che se attacco alle sei del mattino posso andare avanti fino a mezzogiorno, qualche volta smetto prima. Quando mi fermo mi sento » Read more..

Ernest Hemingway

Ernest Miller Hemingway (Oak Park, 21 luglio 1899 – Ketchum, 2 luglio 1961) è stato uno scrittore e giornalista statunitense. Fu romanziere, autore di racconti brevi e giornalista.

Soprannominato Papa, fece parte della comunità di espatriati a Parigi durante gli anni venti, conosciuta come “la Generazione perduta“, e da lui stesso così chiamata nel suo libro di memorie Festa mobile. Condusse una vita sociale turbolenta, si sposò quattro volte e gli furono attribuite varie relazioni sentimentali. Raggiunse già in vita una non comune popolarità e fama, che lo elevarono a mito delle nuove generazioni. Hemingway ricevette il Premio Pulitzer nel 1953 per Il vecchio e il mare, e vinse il Premio Nobel per la letteratura nel 1954.

Lo stile letterario di Hemingway, caratterizzato dall’essenzialità e asciuttezza del linguaggio e dall’understatement, ebbe una significativa influenza sullo sviluppo del Romanzo nel XX secolo. I suoi protagonisti sono tipicamente uomini dall’indole stoica, i quali vengono chiamati a mostrare “grazia” in situazioni di disagio. Molte delle sue opere sono considerate pietre miliari della letteratura americana.

Di lui è stato scritto:

« Personaggio affascinante, le sue pagine – profondamente ispirate a uno stile di vita – sono pervase da un senso assoluto della vigoria morale e fisica, dallo sprezzo del pericolo ma anche dalla perplessità davanti al nulla che la morte reca con sé. »
 (da Ernest Hemingway, Verdi colline d’Africa)

Nasce il 21 luglio 1899 a Oak Park (sobborgo di Chicago). Secondogenito di Clarence Edmonds, medico naturista di famiglia benestante e di Grace Hall, ex aspirante cantante d’opera lirica, quando aveva appena un anno fu portato in una casa estiva nel Michigan, vicina ad un lago. Poté abituarsi quindi presto all’aria aperta e alla natura. Ancor piccolo amava sentir raccontare storie, soprattutto di animali e gli piaceva dare un nome diverso alle persone che lo circondavano. A quattro anni venne messo in » Read more..

Joseph Conrad

« Come faccio a spiegare a mia moglie che quando guardo fuori dalla finestra sto lavorando? »
 (Joseph Conrad)

Joseph Conrad, nato Józef Teodor Nałęcz Konrad Korzeniowski (Berdicev, 3 dicembre 1857Bishopsbourne, 3 agosto 1924), è stato uno scrittore polacco naturalizzato britannico.

Considerato uno dei maggiori scrittori moderni, è stato capace – grazie a un ricchissimo linguaggio (e nonostante la lingua inglese fosse la sua terza lingua, dopo quella polacca e quella francese) – di ricreare in maniera magistrale atmosfere esotiche e riflettere i dubbi dell’animo umano nel confronto con terre selvagge.

È universalmente riconosciuto come uno dei grandi maestri della prosa. Molti dei suoi lavori sono pervasi di romanticismo ma è considerato soprattutto come un importante precursore del modernismo. Il suo stile narrativo e i suoi personaggi anti-eroici hanno influenzato molti scrittori, tra cui Ernest Hemingway, David Herbert Lawrence, Graham Greene, William S. Burroughs, Joseph Heller, V.S. Naipaul e John Maxwell Coetzee. Ha ispirato inoltre diversi film, tra cui Apocalypse Now (tratto dal suo Cuore di Tenebra).

Mentre l’Impero Britannico raggiungeva il suo apice, Conrad sfruttò la sua esperienza prima nella marina francese e, successivamente, in quella britannica per scrivere romanzi e racconti che riflettono aspetti di un impero “globale” e, allo stesso tempo, esplorano gli abissi della mente umana.

Conrad, nato in Russia in un territorio già appartenente alla » Read more..

Herman Melville

Herman Melville (New York, 1º agosto 1819New York, 28 settembre 1891) è stato uno scrittore, poeta e critico letterario statunitense, autore nel 1851 del romanzo Moby Dick, considerato uno dei capolavori della letteratura americana.

Herman Melville ricevette la prima istruzione a New York, dove il padre Allan, ricco commerciante, stimolò con i suoi racconti il desiderio d’avventura del suo terzogenito. La vita della famiglia trascorse agiata fino all’estate del 1830, quando il padre subì un tracollo finanziario, dichiarò bancarotta e manifestò una malattia psichica che lo portò alla morte. Dopo questo evento, che lasciò segni indelebili in Melville, la famiglia (composta di otto figli tra fratelli e sorelle) ridotta in povertà si trasferì nel villaggio di Lansingburgh, sul fiume Hudson. Qui Herman lasciò definitivamente la scuola; dapprima lavorò nell’azienda di uno zio, poi nel negozio del fratello maggiore, infine come insegnante.

L’irrequietezza di Herman e il desiderio di essere economicamente indipendente, nonché la mancanza di una prospettiva lavorativa, lo spinsero nel giugno 1839 a imbarcarsi come mozzo su una nave ancorata al porto di New York e in partenza per Liverpool, la St. Lawrence. Fece la traversata, visitò Londra e ritornò con la stessa nave. Redburn: il suo primo viaggio (Redburn: His First Voyage), pubblicato nel 1849, si ispira a questa esperienza.

Passò buona parte dei tre anni seguenti (18371840) insegnando.

La lettura di Due anni davanti all’albero (Two Years Before the Mast) di Richard Henry Dana contribuì probabilmente a ridestare in Melville il desiderio di viaggiare. Il libro, pubblicato nel 1840, descriveva la dura vita da marinaio semplice di uno studente di legge. Melville si arruolò di nuovo come marinaio e il » Read more..

Alessandro Baricco

Alessandro Baricco (Torino, 25 gennaio 1958) è uno scrittore, saggista, critico musicale, sceneggiatore e regista italiano, fra i più noti esponenti della narrativa italiana contemporanea.

Dopo la laurea in filosofia con Gianni Vattimo, pubblica alcuni saggi di critica musicale (la passione per la musica classica gli è stata trasmessa dai genitori, e la sua cultura in questo campo è frutto del suo studio personale. E’ inoltre diplomato in pianoforte al Conservatorio): Il genio in fuga (1988), su Rossini, e L’anima di Hegel e le mucche del Wisconsin (1992), sul rapporto tra musica e modernità. Collabora come critico musicale per Repubblica e sulla pagina culturale per La Stampa.

Baricco lavora anche in televisione, nel 1993 come conduttore di L’amore è un dardo, trasmissione di Raitre dedicata alla lirica e nel 1994 come ideatore e conduttore di un programma dedicato alla letteratura dal titolo Pickwick, del leggere e dello scrivere, affiancato dalla giornalista Giovanna Zucconi. Nel 1998 con il regista teatrale Gabriele Vacis cura il programma Totem, delle lezioni sull’amore per la lettura a cui seguirà una tournée nelle piazze italiane (dello spettacolo, trasmesso anche su Raidue, sarà pubblicato un libro della Fandango Distribuzione e due videocassette della Rizzoli).

Durante gli anni novanta Baricco si afferma pubblicando i » Read more..

Richard Bach

Richard David Bach (Oak Park, 23 giugno 1936) è uno scrittore statunitense.

Ha ottenuto un’ampia popolarità a livello internazionale, a partire dagli anni settanta, con la pubblicazione de Il gabbiano Jonathan Livingston, Illusioni: Le avventure di un messia riluttante e altre opere letterarie. Attualmente vive e lavora a Seattle.

Fu pilota riservista per l’U.S. Air Force, scrittore di manuali tecnici per la Douglas Aircraft Company e anche pilota acrobatico, prima di dedicarsi alla narrativa.

La sua passione per l’aviazione marcherà, in modo più o meno evidente, gran parte delle sua produzione letteraria, dalle prime opere dove è citata direttamente a quelle più recenti dove il volo diventa una complessa metafora della vita.

L’autore ha avuto sei figli dalla sua prima moglie, Bette, da cui ha divorziato nel 1970. Suo figlio Jonathan, giornalista, ha scritto un libro in cui analizza il controverso rapporto con il padre: A Reunion of Father and Son (1993).

Dopo anni di collaborazione con » Read more..

Hugo Eugenio Pratt

Hugo Eugenio Pratt (Rimini, 15 giugno 1927Losanna, 20 agosto 1995) è stato un fumettista, romanziere e saggista italiano.

Il suo Corto Maltese è uno dei più noti personaggi del fumetto italiano ed internazionale. Lo stesso Pratt è annoverato fra i maggiori autori di fumetti mondiali di tutti i tempi.

Era figlio di Rolando Pratt, militare di carriera poi morto nel 1942 in un campo di concentramento francese dopo essere stato preso prigioniero in Africa Orientale, ed Evelina Genero, a sua volta figlia di Eugenio Genero, poeta dialettale che Pratt citerà in Corte Sconta detta Arcana. La sua vita si sviluppò soprattutto intorno alla città di Venezia; ben due suoi fumetti sono ambientati nella città veneta, L’angelo della finestra d’oriente e Favola di Venezia (Sirat Al-Bunduqiyyah). Il suo legame con la città lagunare, infatti, fu molto forte. È proprio qui che fece il suo esordio nel 1943. In precedenza aveva soggiornato sei anni con la famiglia in Etiopia.

Allo scoppio della Seconda guerra mondiale la famiglia di Pratt si trovava in Africa Orientale Italiana dove il padre era stato arruolato nella Polizia coloniale. Nel 1941 alla caduta dell’Africa Orientale la famiglia Pratt fu internata in campo di concentramento a Dire Dawa dove il padre morì nel 1942. Un anno dopo Pratt poté rientrare in Italia grazie all’intervento a favore dei prigionieri della Croce Rossa e a Città di Castello frequentò fino a settembre un collegio militare. Nel 1943, dopo l’armistizio di Cassibile aderì alla Repubblica Sociale Italiana e fu per breve tempo marò della Decima Flottiglia Mas militando nel Battaglione Lupo finché la nonna lo costrinse a ritornare a casa. Nell’autunno del » Read more..