Get a site

JEAN BART

JEAN BART: (1650-1702), francese discendente da una famiglia di tradizioni marittime, s’imbarcò come mozzo a 17 anni, servendo sulle navi dell’olandese De Ruyter, tornò in patria nel 1672, quando scoppiarono le ostilità tra Francia e Olanda.
Dal 1672 al 1678, dimostrò eccezionali qualità di comandante, al comando di navi corsare, nominato tenente di vascello nel 1679, capitano di Fregata nel 1686, nel 1689 salvò un convoglio mercantile, dall’attacco di due vascelli inglesi, catturato dagli inglesi con Forbin, dodici giorni dopo, Bart e Forbin riuscirono ad evadere e a raggiungere la Francia.
Capitano di vascello nel 1690, forzò il blocco posto a Dukerque da trentanove navi anglo-olandesi e riprese la guerra di corsa, confermando in numerose azioni sangue freddo, coraggio e valore combattivo.
Comandante di squadra nel 1691, assicurò l’arrivo in Francia di convogli carichi di grano, del quale vi era estremo bisogno.
Nel 1694 attaccò la squadra dell’ammiraglio Hidde de Vries, formata di navi olandesi, danesi e svedesi: guidando all’arrembaggio i suoi uomini, catturando il vascello dell’ammiraglio nemico, mettendo in fuga il resto della flotta, e recuperando centoventi navi cariche di grano, che condusse in porti francesi, i suoi discendenti conseguirono i più alti incarichi nella marina, Reale Francese, il suo primogenito, Francois Cornil, morì viceammiraglio nel 1755.
Può essere considerato il più grande uomo di mare che abbia avuto la Francia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.