Crea sito

Pescatori di Onjuku

Pescatori di Onjuku

Iwase Yoshiyuki, 1953   

 

 

 

 

Pescatori di Onjuku

Onjuku (御宿 Onjuku-machi ? ) è una cittadina situata nel distretto di Isumi , Chiba , Giappone . A partire dal 2010, la città ha una stima della popolazione di 7.823 e una densità di 314 abitanti per km ². L’area totale è di 24,92 km ². Il nome della città è costituito da due caratteri cinesi, il primo significato di “onorevole”, e il secondo significato di “residenza”. Onjuku si trova sulla costa orientale del sud della Prefettura di Chiba in circa al centro della costa esterna della penisola di Boso . Il paesaggio è costituito da colline, colline di sabbia della gamma Boso Hill , e la città è nota per le sue località balneari. Le sue ampie spiagge sono protette come parte del Minami Boso Quasi-Parco Nazionale . Onjuku confina con l’ Oceano Pacifico ad est, e gode di un clima temperato Martime, con brevi, inverni freddi ed estati calde e umide a causa degli effetti della corrente Kuroshio offshore. Onjuku volti Ajiro Bay, che ha due porte funzionali: il Porto di Iwawada a nord, e il porto di Onjuku a sud. Un piccolo fiume, il fiume Kiyomizu, scorre attraverso la città per Ajiro Bay. Onjuku fa parte della antica provincia di Kazusa . I pini e sabbia di Ajiro Bay Onjuku sono state utilizzate in una poesia di Hojo Tokiyori (1227-1263), un Kamakura -periodo di amministratore.

Onjuku, dal Muromachi al periodo Edo, è stato diviso in una miscela complessa di aree amministrative. Gran parte della città è stata tenryō territorio governato da vari hatamoto per conto dello Shogun. La città è stata tipicamente associata con gli amministratori dal Otaki e [[Iwatsuki Dominio | Iwatsuki] domini. Nel periodo Edo, un importante “rokusai’ichi” (六斎市) di mercato, o all’aperto di mercato detenuta in giorni fissi sei volte al mese, sviluppato in Onjuku.

Nel 1609 uno galeone spagnolo , di San Francisco, si è arenata vicino Onjuku. Il capitano e 300 sopravvissuti sono stati curati dal Comune, e più tardi, i marinai di una nave è stata data dal shogunato Tokugawa per tornare al Messico . Uno dei sopravvissuti era Governatore Generale delle Filippine Rodrigo de Vivero, che è stato successivamente concesso un’udienza con Shogun Tokugawa Ieyasu . [1]

Nel 1928 la torre fu costruita nel Onjuku per commemorare lo sbarco di Rodrigo e di relazioni amichevoli tra Messico, Spagna e Giappone. Da allora è stato designato un importante monumento della prefettura (県指定史迹(ken SHITEI shiseki ? )), ed è circondata da un vasto giardino.

Il villaggio di Onjuku è stato fondato il 1 ° aprile 1889, ed elevata al rango di città il 1 ° aprile 1914. La città si espanse grazie all’annessione dei villaggi vicini di fusibili e Namihama il 1 ° marzo 1955.

Iwase Yoshiyuki, 1953

L’economia di Onjuku è dominata dal turismo estivo e pesca commerciale , l’agricoltura gioca un ruolo relativamente modesto per l’economia rispetto ai comuni vicini. Costa-side e off-shore operazioni di pesca sono attivi, con calamari e bonito essere le catture più importanti. Ama , o tradizionale subacquei donne, raccogliere abalone , turbante shell (Sazae), e aragoste, tutte le parti importanti della dieta tradizionale giapponese .

Le spiagge sabbiose di Onjuku sono le aree di nuoto rappresentante della Costa Sotobōsō e attirano numerosi turisti durante i mesi estivi. Turistico della cittadina ebbe inizio nel periodo Meiji , e lo sviluppo dell’industria del turismo continua. Numerosi ospiti case, ryokan (locande tradizionali giapponesi), e gli hotel si sono sviluppate nella zona.

Iwase Yoshiyuki, 1953

 

Iwase Yoshiyuki

 

Iwase Yoshiyuki

 

Iwase Yoshiyuki

 

Iwase Yoshiyuki, Shinto Shrine Ritual

 

Iwase Yoshiyuki, 岩瀬禎之

 

Iwase Yoshiyuki, 岩瀬禎之

 

Iwase Yoshiyuki, 岩瀬禎之

 

Iwase Yoshiyuki, 岩瀬禎之

 

Iwase Yoshiyuki, 岩瀬禎之

 

Iwase Yoshiyuki, 岩瀬禎之

 

Iwase Yoshiyuki, 岩瀬禎之

 

Iwase Yoshiyuki, 岩瀬禎之

2 comments

  1. ENRICO TORTORA ha detto:

    Foto splendide, foto di lavoro e di fatica. Ho visto su internet turismo come si presenta oggi la spiaggio di Onjuku: è tale e quale ma piena di turisti e bagnanti: scomparsi i pescatori ma aklmeno il Giappone salva il paesaggio e l’ambiente. almeno così mi sembra, E.T.

    • Deb ha detto:

      Mestieri di una volta, che oramai stanno scomparendo come molte tradizioni, ma grazie al lavoro di alcuni fotografi ne abbiamo uan testimonianza indelebile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.