Crea sito

Strumenti Nautici: FANALI E LAMPADE

Lanterna dell'Amerigo Vespucci. Foto del nostro amico Mauro Costa

*Gli oggetti Nautici sulle navi di ieri e di ogni tempo*

Strumenti Nautici: FANALI E LAMPADE

Le lampade fanno luce, i fanali lanciano segnali. Le prime, inizialmente ad olio, a candela o a petrolio, e infine elettriche, ebbero per molto tempo un uso limitato a bordo a causa del pericolo rappresentato dalla presenza di polvere da sparo. I fanali invece all’inizio non erano molto meglio che lampade da carrozza di pessima qualità, fin quando, alla fine del XIX secolo, alcune gravi collisioni avvenute di notte portarono alla nascita di un primo regolamento dei segnali. La lente di Fresnel, nata originariamente per i fari, venne presto adattata alle luci di posizione, aumentandone la portata.

In questo articolo vi mostreremo prevalentemente foto di Fanali e Lampade antiche e/o vecchie per il fascino intrinseco di esse.

Cenni storici

Risale al 1838, negli Stati Uniti, la prima norma che imponeva alle navi a vapore in navigazione notturna di esibire uno o più fanali; tale norma non specificava colore, visibilità a disposizione di tali fanali. Nel 1848 una legge del Regno Unito imponeva alle navi a vapore l’uso di fanali laterali rossi e verdi e del fanale in testa d’albero. Tale regolamentazione fu estesa nel 1849 dal Congresso americano anche alle navi a vela. Nel 1889 gli Stati Uniti convocarono la prima conferenza internazionale sulla regolamentazione della navigazione al fine di prevenire le collisioni in mare. Le regole che ne scaturirono furono adottate dagli Stati Uniti nel 1890 e divennero regole internazionali nel 1897. Dentro tali regole era compreso il requisito per le navi a vapore di lunghezza superiore ai 150 piedi di esibire una seconda luce di testa d’albero. Tali fondamentali regole sulle luci di navigazione sono cambiate di poco da allora e sono raccolte nella Parte C del Regolamento Internazionale per Prevenire gli Abbordi in Mare adottato, con pochi adattamenti, da tutte le legislazioni nazionali.

Fanale di testa d'albero del 1950 (museo del mare Ischia)

Fanale di via del 1946, portava due fissi colorati. Settore luminoso a dritta verde e a sinistra rosso

Luci di via: filtro blu per una luce di via di sinistra

Luci di via: filtro blu per una luce di via di sinistra; la luce gialla di una lampada a petrolio apparirà così di colore verde, come previsto dai regolamenti internazionali. Allo stesso modo, la luce di via di dritta dispone di un filtro rosso. Questi modelli funzionanti ad elettricità e dotati di ottica Fresnel. Si tratta di modelli per navi di grandi dimensioni.
navievelieri.it

la luce di via di dritta dispone di un filtro rosso

Doppio fanale bianco di poppa, ad alimentazione elettrica, in grado di coprire un settore di 12 quarte. Quando una lampadina si rompeva in uno dei due fanali, un interruttore accendeva l’altro.

Doppio fanale bianco di poppa

Luci di via laterale a petrolio, per navi a vela

 

Luci di via laterale a petrolio, per navi a vela. Dispongono di un “camino” per funzionare anche durante le tempeste e di una piastra di fissaggio che impedisce di invertire accidentalmente la luce rossa e quella verde.
navievelieri.it

Luci di via laterale a petrolio, per navi a vela.

Luci di via laterale a petrolio, per navi a vela. Dispongono di un “camino” per funzionare anche durante le tempeste e di una piastra di fissaggio che impedisce di invertire accidentalmente la luce rossa e quella verde.

 

 

 

Luce bianca in testa d’albero per navi a propulsione meccanica, con ottica Fresnel e illuminazione a petrolio. Il fanale può essere issato per mezzo di cavi d’acciaio che scorrono nelle guide di bronzo.

Luce bianca in testa d'albero per navi a propulsione meccanica

Un interessante fanale russo a petrolio, dotato di un filtro mobile per segnalare in alfabeto morse.

 

Una lampada a petrolio da corridoio. Modello adottato dalla marina francese alla fine del XIX secolo

lampada marinara antica inizi del 900 in ottone

 

Italia: prima metà del XX Sec. Measurement: H. 27 cm.

Nella nautica, le luci di navigazione o fanali di navigazione sono i fanali che qualsiasi tipo di imbarcazione deve esibire durante la navigazione notturna, cioè dal tramonto all’alba, oppure nei casi di scarsa visibilità, al fine di segnalare la propria presenza, informare delle intenzioni di manovra, della direzione di avanzamento e di caratteristiche speciali per le quali, in funzione di una corretta identificazione, siano facilitate le manovre tendenti ad evitare le collisioni in mare.

La disposizione dei fanali, la loro caratteristica, colore ed arco di visibilità sono stabilite in modo preciso dal Regolamento Internazionale per Prevenire gli Abbordi in Mare.

US_Navy_USS_James_E._Williams

Fanali fondamentali 

Al fine di evitare pericoli di collisione, una imbarcazione in navigazione deve essere dotata di un sistema di fanali che ne permettano l’individuazione ed informano della direzione di avanzamento. Tale fanali di normale navigazione sono:

  • fanale di testa d’albero, di colore bianco, rivolto a proravia, con settore di visibilità pari a 225° centrati sull’asse longitudinale (cioè 112° 30’ a dritta e 112° 30’ a sinistra), mostrato da ogni nave a propulsione meccanica con abbrivio, cioè in movimento;
  • fanale laterale di dritta, di colore verde, con settore di visibilità pari a 112° 30’ da proravia verso dritta, mostrato da ogni nave con abbrivio;
  • fanale laterale di sinistra, di colore rosso, con settore di visibilità pari a 112° 30’ (pari a 10 quarte) da proravia verso sinistra, mostrato da ogni nave con abbrivio;;
  • fanale di poppa, di colore bianco, situato a poppa e rivolto a poppavia, con settore di visibilità pari a 135° centrato sull’asse longitudinale, mostrato da ogni nave con abbrivio.

Il fanale di testa d’albero ed i fanali laterali sono anche detti fanali di via, in quanto indicanti l’orientamento della nave. Il fanale di poppa è anche detto fanale di coronamento, in quanto completa a 360° gradi i settori di visibilità dei fanali di via.

Moderno Fanale di navigazione DHR per scafi fino a 50mt.

Fanali speciali 

Oltre ai fanali di normale navigazione, una nave può o deve esibire fanali distintivi speciali che permettano di definire situazioni e caratteristiche particolari legati a specifiche esigenze di lavoro (pescherecci, rimorchiatori, draghe, dragamine, posacavi, navi pilota) o con particolari esigenze di rotta e di manovra (navi condizionate dal pescaggio, che non governano, in difficoltà di manovra o incagliate) al fine di facilitare le manovre tendenti ad evitare collisioni. Tali fanali distintivi hanno corrispondenti segnali diurni.

Fanali speciali sono:

  • fanale di rimorchio, di colore giallo, con le stesse caratteristiche del fanale di coronamento, cioè rivolto verso poppa, con settore di visibilità pari a 135° centrato sull’asse longitudinale, esibito dalle navi intente ad attività di rimorchio;
  • fanale di fonda, di colore bianco, visibile a 360° per tutto l’orizzonta, esibito da navi all’ancora;
  • altri fanali di colore bianco, rosso o verde con arco di visibilità di 360°, esibiti da navi a lavoro o in situazioni particolari.

Luce di via per imbarcazioni fino a 12 metri

 

Fanale Testa d'albero per imbarcazioni maggiori di 12 m e minori di 20 m.

Articolo a scopo didattico,divulgativo ed informativo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.